Question Time, chiarimenti sul mercato di Santa Viola di Bologna

Bologna veduta aereaBOLOGNA – L’assessore all’Economia, Matteo Lepore, ha risposto alla domanda d’attualità della consigliera Mirka Cocconcelli (Lega nord) sul mercato di Santa Viola.

Domanda d’attualità della consigliera Mirka Cocconcelli:

“Alla luce dell’articolo, il Resto del Carlino Bologna 14 febbraio, si evince che il mercatino rionale della Via Emilia, Quartiere Santa Viola, non decolla e la metà degli spazi dedicati è vuota.
Due anni fa l’assessore Lepore annunciò un rilancio del suddetto mercato anche con cambi/modifiche di destinazione d’uso di alcune attività.
Chiedo, quindi, al Signor Sindaco il proprio pensiero nel merito ed alla Giunta quali progetti abbiano in essere per rendere più flessibile, alle esigenze dei gestori e dei consumatori, gli usi degli spazi suddetti”.

Risposta dell’assessore Matteo Lepore:

“Gentile consigliera, nello scorso mandato abbiamo svolto un lavoro di ricognizione sui mercati rionali e su alcuni di questi siamo già intervenuti con diversi provvedimenti. Per quanto riguarda il mercato di Santa Viola, mercato patrimoniale, sono attualmente tre i box vuoti, a cui si aggiunge un’altro box dove purtroppo il titolare è mancato lo scorso anno. Andremo dunque a bando per i 4 box vuoti e pensiamo di modificarne le regole di gestione, permettendo l’introduzione della somministrazione. Questo con l’intento di agevolare una rinascita di quel mercato, che è basato sul commercio di vicinato, di alimentari, e ha necessità di un mix merceologico per funzionare. Ma per il tipo di attività e per gli stessi imprenditori che li sono presenti il mercato Santa Viola ha sicuramente delle potenzialità anche sul lato della somministrazione, per il coinvolgimento della cittadinanza su un servizio più attinente anche ai tempi e alle modalità di consumo odierne.
Ci incontreremo nei prossimi giorni con il Presidente di Quartiere Vincenzo Naldi e come settore Attività produttive prepareremo questo provvedimento”.