“Quanto costava la miniatura nel Quattrocento?”: conferenza di Anna Melograni

Giovedì 20 aprile alle 18 primo incontro sui codici miniati del Museo della Cattedrale

locandina-i-colori-dell-anima-palazzo-bonacossi-ferrara2017FERRARA – “Quanto costava la miniatura nel Quattrocento? Il caso dei corali della Cattedrale di Ferrara” è il titolo della conferenza di Anna Melograni che si terrà giovedì 20 aprile 2017 alle 18 a Palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo 5, Ferrara). L’appuntamento, a partecipazione libera e gratuita, rientra nel ciclo di conferenze “I colori dell’anima. I Libri Corali della Cattedrale e la musica sacra a Ferrara alla fine del Quattrocento” organizzato dal Museo della Cattedrale di Ferrara (Comune di Ferrara e Capitolo della Cattedrale) in collaborazione con la Fondazione Ferrara Arte e la Fondazione Enrico Zanotti. (v. CronacaComune del 14 aprile 2017)

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Giovedì 20 aprile a Palazzo Bonacossi, Anna Melograni terrà a battesimo l’edizione 2017 di “Anatomia di un capolavoro. Storia, stile e iconografia nelle opere del Museo della Cattedrale”. Il tradizionale ciclo di conferenze annuale della prestigiosa istituzione museale è quest’anno intitolato “I colori dell’anima: i Libri Corali della Cattedrale e la musica sacra a Ferrara alla fine del Quattrocento”. Protagonisti degli incontri saranno quindi i preziosi codici miniati custoditi dal Museo, testimonianza assai rara di corredo liturgico musicale conservatosi pressoché integralmente: un viaggio a puntate nella scrupolosa finezza e nelle coloratissime pagine di questi prodigi artistici nonché nella musica sacra del Quattrocento.

Si tratta di un’occasione imperdibile per gli amanti dell’arte, sia per il prestigio della prima ospite, voce tra le più autorevoli della storia della miniatura italiana, che per la particolarità dell’argomento trattato. La conferenza, dal titolo Quanto costava la miniatura nel Quattrocento? Il caso dei corali della cattedrale di Ferrara, si pone infatti l’obiettivo di raccontare aspetti spesso trascurati dagli storici e dagli studiosi d’arte, focalizzando l’attenzione sulla genesi di questi incredibili capolavori. Un incontro, quindi, per conoscere non solo grandi artisti come Giovanni Vendramin, Martino da Modena e Jacopo Filippo Medici, detto l’Argenta, ma anche per apprendere le dinamiche del mercato dell’epoca e per guardare le monumentali pagine custodite in San Romano con occhi diversi e più consapevoli.

jacopo-filippo-medici-san-giorgio-e-la-principessa-1490-circa-antifonario-xAllieva di Francesco Gandolfo e Carlo Bertelli, Anna Melograni lavora presso Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dove, dal 2003, cura “Bollettino d’Arte”, la prestigiosa rivista trimestrale del Ministero. Ha insegnato Storia della miniatura e dell’ornamentazione del manoscritto all’Università di Siena (Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo), nel 2008 ha creato l’apprezzatissimo blog www.miniaturaitaliana.com/blog, punto di riferimento internazionale per la disciplina.

Il ciclo di conferenze proseguirà giovedì 27 aprile, stesso luogo e stessa ora, con Fabrizio Lollini dell’Università di Bologna e con una conferenza dal titolo Alla fine dell'”Officina ferrarese”: il cantiere dei Corali del Duomo.

Come di consueto, al fine di incentivare il contatto diretto con l’opera, al termine di ogni incontro chi assisterà alle conferenze riceverà un tagliando che consentirà l’ingresso gratuito al Museo della Cattedrale.
Questa edizione di “Anatomia di un capolavoro” è organizzata dal Museo della Cattedrale in collaborazione con la Fondazione Ferrara Arte e la Fondazione Enrico Zanotti.

Per info: www.comune.fe.it/museocattedrale, tel. 0532 244949, email diamanti@comune.fe.it

Immagini:
– Jacopo Filippo Medici – San Giorgio e la principessa – 1490 circa – Antifonario X
-Invito al ciclo di incontri ‘I colori dell’anima’