Qualità dell’aria: ripartono il 2 ottobre le domeniche ecologiche

Limitazioni alla circolazione nel territorio del comune di Rimini

comune di Rimini logoRIMINI – La prima domenica ecologica, in programma il 2 ottobre, segnerà l’entrata in vigore delle limitazioni alla circolazione dei veicoli privati nel territorio del Comune di Rimini, previsti dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) adottato dalla Regione Emilia-Romagna e che saranno validi fino al 31 marzo 2017.

Il Piano 2016/2017 ricalca l’impostazione di quello dello scorso anno, con una specifica definizione delle categorie di veicoli coinvolti e con la conferma delle domeniche ecologiche che riguarderanno le stesse categorie di veicoli interessati dai blocchi ordinari dal lunedì al venerdì.

Nel dettaglio le limitazioni alla circolazione, che saranno definite da un’apposita ordinanza sindacale in via di definizione, prevedono il blocco dei veicoli più inquinanti, dal 2 ottobre al 31 marzo 2017 dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 per:

– autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1;

– autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3, (compresi i veicoli diesel commerciali leggeri categoria N1, che lo scorso anno erano esclusi);

– ciclomotori e motocicli Euro 0.

Le ‘domeniche ecologiche’ sono in calendario per domenica 2 ottobre 2016, domenica 6 novembre 2016, domenica 8 gennaio 2017, domenica 5 febbraio 2017 e domenica 5 marzo 2017, con la consueta sospensione nel periodo dal 1° dicembre al 6 gennaio.

Si stima che le autovetture coinvolte nelle limitazioni alla circolazione saranno meno di una su cinque: sono infatti circa 16.820 (di cui 9.599 diesel e 7.221 benzina) i veicoli interessati dai provvedimenti, che rappresentano il 19,5% del totale (86.400 autovetture circolanti).

“Anche quest’anno il Comune di Rimini aderisce al piano messo a punto dalla Regione per contrastare l’inquinamento atmosferico, tema quanto mai rilevante anche per un territorio come il nostro e che tocca da vicino la salute e la qualità della vita dei cittadini – sottolinea l’assessore all’Ambiente Anna Montini – Noi stiamo facendo la nostra parte e continueremo a farlo, investendo sia in infrastrutture sia sul piano della sensibilizzazione e della formazione. Rimini ha messo e sta mettendo sul piatto un forte incremento della rete delle piste ciclabili su tutto il territorio comunale, il potenziamento del trasporto pubblico locale e altro ancora per arrivare all’obiettivo già annunciato di ridurre annualmente del 2% il ricorso agli spostamenti individuali con auto privata. Questo comporterà benefici consistenti in termini di riduzione delle emissioni di Co2. E’ chiaro però che tutto il territorio, capoluoghi e centri più piccoli, deve essere responsabilizzato, per evitare che misure come le limitazioni al traffico vengano vanificate o comunque depotenziate”.

Il Piano prevede inoltre l’adozione di misure emergenziali per far fronte alle situazioni più critiche che saranno accertate da Arpae, ente incaricato dei controlli. In caso di superamento del valore limite giornaliero per il PM10 per più giorni consecutivi rilevato da una stazione della rete provinciale, scatteranno provvedimenti aggiuntivi, come ulteriori limitazioni alla circolazione, la riduzione di 1 °C della temperatura negli ambienti riscaldati, il divieto di utilizzo di biomasse nei caminetti aperti e il potenziamento dei controlli sui veicoli.

Le limitazioni alla circolazione riguarderanno, così come applicato negli anni precedenti, tutta la zona urbana a mare della statale 16. Sarà comunque garantito il transito nelle arterie di collegamento, compreso l’asse mediano lungo via Roma, ai parcheggi di scambiamento, alle strutture ospedaliere, di ricovero e cura. Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti, come le famiglie con una fascia Isee inferiore a 14mila euro e i veicoli per l’accompagnamento degli alunni a scuola. Inoltre sono esclusi dai provvedimenti i mezzi che effettuano il car pooling.

Il testo integrale dell’ordinanza – che sarà pronta a giorni e preciserà le tipologie di autoveicoli ai quali non si applicano le limitazioni alla circolazione, i veicoli oggetto di deroga, nonché i tratti di strada esclusi dalle limitazioni – sarà pubblicato e quindi consultabile sui siti internet www.comune.rimini.it, www.riminiambiente.it o www.liberiamolaria.it.

Per ulteriori informazioni è possibile inoltre telefonare all’Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero 0541 704704.