Provincia di Parma, Maternità, paternità e lavoro: appuntamento con le Consigliere di fiducia

Domani, mercoledì 9 novembre al Duc dalle 15 alle 17 torna il corso di formazione organizzato dalla Consigliera di Parità di Parma in collaborazione con Direzione Territoriale del Lavoro e Comune di Parma

PARMA – Domani, mercoledì 9 novembre dalle 15 alle 17 nella Sala conferenze del Duc (Largo Torello De Strada n. 11/A, a Parma) si terrà la penultima giornata del corso Maternità, paternità e lavoro, organizzato dalla Consigliera di Parità di Parma in collaborazione con la Direzione Territoriale del Lavoro ed il Comune di Parma.

Obiettivo del corso è quello di far conoscere le normative e gli strumenti in materia di conciliazione dei tempi, non discriminazione, pari opportunità e sicurezza sul lavoro che riguardano le aziende sia pubbliche sia private.

La giornata di domani è dedicata ad ospitare testimonianze e buone prassi delle pubbliche amministrazioni, in particolare quelle delle Consigliere di fiducia nel modello sanitario bolognese.

Il corso è rivolto ai Cug (Comitati Unici di Garanzia) delle pubbliche amministrazioni che fanno o vogliano far parte del coordinamento territoriale e all’Ordine dei consulenti del lavoro .

“Le richieste delle lavoratrici che si sono presentate ai nostri sportelli, sia in Provincia sia presso la Direzione Territoriale del Lavoro, hanno messo in rilievo una generale carenza di informazione da parte degli addetti alle risorse umane: le dipendenti che comunicano lo stato di gravidanza all’Azienda o all’Ente, spesso non ricevono adeguata tutela – spiega la Consigliera di parità di Parma Mariantonietta Calasso – e questo in particolare nei casi di maternità a rischio o nei luoghi di lavoro che presentano situazioni di rischio previste e tutelate dalla legge. Non dimentichiamo poi che in materia di lavoro abbiamo assistito negli ultimi anni a cambiamenti legislativi continui. Da qui la necessità di diffondere le conoscenze e di fornire un supporto per l’aggiornamento sia ai consulenti del lavoro che alle pubbliche amministrazioni, per dotarli degli strumenti necessari per poter affrontare questo tipo di situazione.”