Provincia Parma, di nuovo percorribili tutte le strade provinciali

Bivio TomarloRestano diversi problemi in montagna, piante rotte, cedimenti delle scarpate, reticoli scolanti compromessi, cunette intasate. Nella Bassa riaperto nel pomeriggio il ponte di Sorbolo, che era chiuso dalle 5,30 di oggi. Serpagli:”Grazie al personale, che ha passato due notti sulle strade. Ora la conta dei danni”.

PARMA – Tutte le strade provinciali sono di nuovo percorribili, dopo i problemi causati dalla notte di sabato in poi dalla nevicata e dalle abbondanti piogge.

“Ringrazio il personale della Provincia che ha trascorso due notti a lavorare sulle strade – ha dichiarato il Delegato provinciale alla Viabilità Gianpaolo Serpagli – Tante sono le problematiche ancora da affrontare e nei prossimi giorni faremo una stima dei danni, in stretto contatto con la Regione”

In montagna quasi tutte le strade sono rimaste aperte, anche se la neve pesante ha provocato la rottura di numerose piante, come sulla SP 28 di Varsi, e sulla SP 359 al Passo del Bocco, che è stata chiusa per poche ore.
Si sono determinati sversamenti in strada, con cedimenti delle scarpate sulle SP 66 di Compiano e 36 della Valtoccana, numerosi i reticoli scolanti compromessi, a causa dell’acqua di domenica notte, ovunque intasamenti delle cunette, in particolare sulla Sp 15 di Calestano.
Al passo del Tomarlo è nevicato anche oggi.
Sulla Sp 66 a Cereseto, già sede di una frana, con cedimento di parte della carreggiata in cui era già stata posizionata una torre – faro, vi è stato un cedimento ulteriore e si dovrà perciò intervenire per allargare la strada verso monte e permettere così la circolazione in condizioni di sicurezza.
Una serie di ponti presenta materiale ligneo contro le pile, che va tolto per la sicurezza dei ponti stessi.
La Provincia è intervenuta tempestivamente, sono state pulite le cunette, tagliate le piante, tolti i massi caduti sulla carreggiata.

Nella Bassa: è stato riaperto verso le 17 di oggi il ponte di Sorbolo, che era chiuso dalle 5,30 di stamattina. Le Province di Parma e Reggio, i Comuni di Sorbolo e Brescello, con Aipo e Agenzia regionale di Protezione civile stanno verificando la possibilità concreta di intervento per la pulizia delle due arcate laterali, per limitare i danni alla polo azione a causa della chiusura del ponte.
Riaperta la SP 12 di Soragna, che era stata chiusa a causa delle acque del sottopasso; la Provincia è intervenuta con una pompa della Protezione civile regionale.
Riaperta dalle 15 la Sp 91 di Samboseto, alla passerella di Carzeto.
Lo Stirone e il Rovacchia hanno fatto registrare delle piene consistenti e nei prossimi giorni i tecnici della Protezione civile verificheranno la presenza di eventuali danni alle strutture.