Provincia di Modena, donne e mercato del lavoro

Venerdì 1 aprile a Medolla partono gli incontri: jobs act e opportunitàprovincia di modena logo big

MEDOLLA (MO) – Le donne nel mercato del lavoro e le novità introdotte con il Jobs act sono i temi al centro di un programma di incontri che prende il via venerdì 1 aprile a Medolla (dalle ore 18.30 alle 20.30, auditorium comunale, via Genova 10/a).
Il programma è promosso dalla Consigliera di parità della Provincia Barbara Maiani, nell’ambito delle competenze in materia di antidiscriminazione, rilevazione degli squilibri di genere e promozione delle pari opportunità dei lavoratori e delle lavoratrici, in collaborazione con l’Unione dei Comuni area nord.

All’appuntamento di Medolla intervengono, oltre a Maiani, Antonella Baldini, assessore Pari opportunità dell’Unione Comuni area nord, Vittorina Maestroni del Centro documentazione donna, Eugenia Bergamaschi, del comitato Imprenditoria femminile della Camera di commercio di Modena, e Morena Diazzi, direttore generale Economia della Regione Emilia Romagna. Saranno presenti anche imprenditrici e lavoratrici del territorio che illustreranno le proprie esperienze.

«Gli incontri – sottolinea Maiani – sono rivolti alle lavoratrici, alle donne occupate e disoccupate, ai rappresentanti sindacali, delle associazioni e delle istituzioni per favorire una politica di uguaglianza tra uomini e donne, capace di offrire maggiori opportunità e una migliore partecipazione economica delle donne nel mercato del lavoro».

Dopo l’appuntamento di Medolla, il calendario prosegue a Nonantola venerdì 8 aprile, dalle 18 alle 20, nella sala Marcello “Mirko” Sighinolfi in via del Macello (a fianco della Torre dei Bolognesi) per l’Unione del Sorbara; a Spilamberto, martedì 12 Aprile, dalle 18 alle 20, allo spazio eventi Famigli, viale Rimembranze, 19 per l’Unione Terre di castelli; a Carpi venerdì 15 aprile, dalle 18 alle 20, nella sala Loria (via Rodolfo Pio 1) per l’Unione Terre d’argine; a Serramazzoni lunedì 18 Aprile per l’Unione del Frignano; in programma, infine, un incontro il 29 aprile in collaborazione con l’Unione del distretto ceramico ancora da definire.