Provincia di Modena: Castelvetro, sabato 17 marzo al via le rassegne “Grasparossa noir” e “Oltre confine

Grasp-noir-pres-1CASTELVETRO (MO) – A Castelvetro parte il cartellone culturale di primavera che prevede la prima edizione delle rassegne “Grasparossa noir”, programma di incontri letterari nelle aziende agricole, e “Oltre i confini”, rassegna di mostre, docufilm, incontri e trekking letterari. Entrambe le rassegne partono sabato 17 marzo.

Organizzata dalla biblioteca comunale insieme alla blogger Laura Piva, la rassegna “Grasparossa Noir” propone, fino al 7 luglio, otto incontri letterari con autori noir in cantine, aziende agricole e strutture ricettive del territorio accompagnati da assaggi enogastronomici (ingresso libero).

Tra gli ospiti Valerio Varesi, Romano De Marco, Gianluca Morozzi, Roberto Carboni, Fabio Mundadori, Paolo Panzacchi e Luca Occhi.

La rassegna dedica spazio anche alla scrittura creativa, ospitando tra le botti di una storica acetaia gli autori esordienti, grazie all’associazione culturale Canto31.

Come sottolinea Giorgia Mezzacqui, assessore alla Cultura del comune di Castelvetro – «”Grasparossa noir” coniuga l’interesse letterario e culturale con la promozione del territorio e delle nostre aziende, assumendo una valenza anche turistica, mentre “Oltre i confini” è una rassegna che vuole porre soprattutto domande, senza pretendere di fornire risposte semplici, come spesso purtroppo avviene, sui grandi temi legati all’immigrazione».
Un evento speciale, il 7 luglio, concluderà la “Grasparossa noir” con una notte tra le vigne, dedicata a tutti gli amanti della scrittura, e la decima edizione del concorso letterario per racconti “Turno di Notte”, ideato da Officine Wort.

“Oltre i Confini”, a cura dell’ufficio Cultura del Comune di Castelvetro, propone un cartellone di eventi che si svolgeranno fino al 3 maggio con iniziative rivolte alle scuole e momenti aperti a tutti tra mostre, proiezioni, musica, libri e trekking.

Gli incontri cercano di abbracciare differenti forme di espressione con un filo conduttore rappresentato dal concetto di confine applicati a popoli, famiglia, libertà di espressione, diritti, storia fino all’ambiente.

Tra gli appuntamenti spiccano la mostra fotografica di Luigi Ottani sui profughi al confine greco-macedone, la narrazione storica di Daniel Degli Esposti sulla prima guerra mondiale, l’iniziativa dedicata a Martin Luther King, il 4 aprile nel cinquantesimo della scomparsa, il ricordo dello storico e giornalista Kapuściński con un trekking letterario partendo dal castello di Levizzano, poi la Linea Gotica nel modenese, il docufilm “Domani” sullo sviluppo sostenibile per chiudere con le storie famigliari dell’autrice Francesca Fornario.

Il via sabato 17 marzo: i giallisti Mundadori e Carboni, la mostra di Ottani

Grasparossa Noir debutterà il 17 marzo, alle 19.30, nell’agriturismo La Barbera, con due autori emiliani: Fabio Mundadori, direttore della collana noir Comma21 di Damster editore e curatore di Garfagnana in Giallo, che presenta il suo ultimo romanzo “Ombre di vetro”, e Roberto Carboni, autore di “Dalla morte in poi”, vincitore del Premio Garfagnana in Giallo 2017, nella sezione romanzi editi, e di SalerNoir. L’incontro, seguito dalla cena con gli autori (su prenotazione) sarà presentato dalla blogger Laura Piva, in collaborazione con Giusy Giulianini.

Sempre sabato 17 marzo la rassegna “Oltre i confini” propone l’inaugurazione della mostra di Luigi Ottani (nello spazio Pake, alle 17.30) seguita dal rinfresco della comunità magrebina di Castelvetro a base di cous cous e tè alla menta; poi dalle ore 20.30, nella sala consiliare del Comune, è in programma l’incontro su migrazioni, diritti e differenze al quale partecipano lo stesso Ottani, Roberta Biagiarelli, artista, Ottavia Spaggiari, giornalista, Natalia Mellado, operatrice Caleidos, con il coordinamento di Giuseppe Morrone, ricercatore dell’Università Modena e Reggio del Laboratorio Storia delle migrazioni.