“Miglioramento del suolo – La tecnologia per il ripristino dei suoli degradati”

Miglioramento del suoloProtezione e ripristino dei suoli, esperti a confronto giovedì 19 e venerdì 20 maggio a palazzo Farnese

PIACENZA – “Miglioramento del suolo – La tecnologia per il ripristino dei suoli degradati” è il titolo del convegno in programma giovedì 19 e venerdì 20 maggio, a palazzo Farnese, nel corso del quale saranno presentati i risultati del progetto “Life + New Life” co-finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da m.c.m. Ecosistemi – società con sede in località Faggiola a Gariga di Podenzano che dal 1997 offre servizi avanzati nel settore della tutela ambientale -, con la partecipazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, della Provincia e del Comune di Piacenza, la cui finalità è quella di restituire alla città i 200mila mq di terreno degradato nel quale un tempo sorgeva la discarica di Borgotrebbia, bonificandoli in modo che la zona torni a essere un’area di pregio naturalistico fruibile dai piacentini.

Il programma della prima giornata del convegno, dopo i saluti delle autorità e l’apertura dei lavori da parte di Paolo Manfredi, amministratore unico di m.c.m. Ecosistemi, prevede gli interventi dei docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Marco Trevisan e Chiara Cassinari, nonché del vicesindaco e assessore alla Promozione e sviluppo del territorio Francesco Timpano, che approfondirà il tema “I suoli ricostituiti nell’era dell’economia circolare”.

L’obiettivo della due giorni di convegno è quello di mettere insieme enti locali, mondo delle imprese e scienziati internazionali per discutere le metodologie più avanzate e le strategie per la protezione del suolo e il suo ripristino al fine di una corretta gestione del territorio. Il suolo è riserva di patrimonio genetico e di materie prime, custode della memoria storica, nonché elemento essenziale del paesaggio. Il problema del degrado e della perdita di fertilità dei suoli, della loro compattazione ed erosione e della loro funzione nella sottrazione della co2 è una delle principali priorità ambientali. L’efficienza della ricostituzione per il ripristino del suolo attuato attraverso il riutilizzo di alcune tipologie di rifiuti è uno dei principali aspetti che verranno affrontati nel corso del convegno organizzato, tra gli altri, dal Comune di Piacenza.