Progetto videosorveglianza: Cesena si candida a diventare ‘caso-pilota’ per l’Emilia -Romagna

comune di Cesena logoIl Sindaco Lucchi e l’Assessore Dionigi invitano l’Assessore regionale Donini a un incontro per presentargli il programma

CESENA – Cesena, con il suo progetto di videosorveglianza del territorio comunale, si candida a diventare “caso pilota” in Emilia – Romagna nell’ ambito delle azioni integrate di sicurezza urbana, con l’obiettivo di ottenere contributi dalla Regione, che nel bilancio di previsione 2016 ha già iscritto la quota di 300.000 euro proprio per la videosorveglianza (e c’è la concreta prospettiva che la somma venga aumentata). Per questo il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore all’Innovazione e Sviuluppo Tommaso Dionigi hanno scritto all’Assessore regionale Raffaele Donini, titolare delle deleghe ai trasporti, reti infrastrutture materiali e immateriali, programmazione territoriale e agenda digitale, chiedendogli di poterlo incontrare per presentargli nel dettaglio il progetto, che comprende un sistema evoluto di cablaggio della città, ottenuto grazie a una rete di 140 km, e l’installazione di circa 400 telecamere su tutto il territorio comunale.