Il Procuratore della Repubblica Sergio Sottani ricevuto in Municipio dal Sindaco di Forlì

Procuratore generale SottaniFORLÌ – Il Procuratore della Repubblica di Forlì Sergio Sottani, prossimo ad assumere il nuovo incarico quale Procuratore Generale ad Ancona, è stato ricevuto in Municipio dal Sindaco Davide Drei, anche in qualità di Presidente della Provincia di Forlì-Cesena.

L’incontro è avvenuto nella mattina di giovedì 13 luglio ed è iniziato con il ringraziamento, portato a nome della comunità forlivese e dell’Amministrazione provinciale, per il lavoro svolto durante i sei anni di permanenza nel territorio.

In particolare, Drei ha sottolineato l’importanza dell’esperienza portata avanti in modo congiunto con il mondo scolastico e concretizzata in numerosi incontri durante i quali il dottor Sottani si è confrontato direttamente con studenti e professori sui temi del diritto e dell’amministrazione della giustizia.

Molto importanti sono stati i risultati e l’attenzione rivolta ai reati di violenza sulle donne, con le relative azioni messe in atto in chiave di indagine, contrasto e prevenzione.

Al riguardo, il Procuratore ha evidenziato come grazie alla collaborazione fra istituzioni è stato possibile strutturare iniziative per valorizzare la cultura della legalità, così come il lavoro congiunto ha permesso di completare la ristrutturazione del Palazzo di Giustizia e di realizzare innovativi strumenti come la “Sala delle audizioni protette”.

L’incontro ha permesso di mettere a fuoco altri temi centrali nella vita degli ultimi anni, un periodo intenso durante il quale sono stati compiuti significativi passi in avanti nel contrasto a fenomeni illeciti di particolare gravità.

Nel rinnovare il ringraziamento per l’attività svolta al servizio del territorio forlivese e provinciale, il Sindaco ha formulato l’augurio di buon lavoro per il prestigioso incarico che il dottor Sottani andrà a ricoprire come Procuratore Generale, uno dei magistrati italiani più giovani a ricopre un ruolo di questa caratura, nel capoluogo della regione Marche.