Presentato il progetto della nuova scuola dell’infanzia di Fognano

L’Assessore Michele Alinovi: “Si tratta di una promessa mantenuta”2016 07 29 Pizzarotti Alinovi Scuola Fognano2

PARMA – E’ stato presentato, nel corso di un incontro pubblico, nella sala parrocchiale della chiesa di Fognano, il progetto della nuova scuola dell’infanzia tanto attesa dalla frazione. All’incontro hanno partecipato il sindaco, Federico Pizzarotti, l’assessore ai lavori pubblici, Michele Alinovi, e i tecnici incaricati di Parma Infrastrutture. L’opera verrà realizzata secondo lo schema contrattuale del leasing in costruendo, con avvio dei lavori fissato per la primavera del nuovo anno. L’importo delle opere è di 1 milione e 500 mila euro.

Il progetto si fonda sulla riqualificazione architettonica e funzionale del complesso esistente dell’ex casa colonica, in fregio a strada Chiesa di Fognano, denominato Podere Agazzi. Si tratta di un lascito di un privato, del 1948, vincolato a funzioni per l’infanzia. In strada Chiesa di Fognano verrà realizzato anche il nuovo circolo anziani ed un parcheggio con circa 60 posti auto a servizio anche del vicino centro sportivo.

“Si tratta di una promessa mantenuta – spiega l’assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi – avevamo assicurato ai genitori di Fognano il nostro impegno in questo senso e siamo qui oggi a confermarlo. Il Comune ha programmato la realizzazione di una serie di strutture volte a favorire l’inclusione sociale, il dialogo intergenerazionale, per migliorare la vita stessa del quartiere”. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco, Federico Pizzarotti, per la prossima realizzazione di una struttura come la nuova scuola dell’infanzia a servizio della frazione in un ottica volta a rendere Fognano più viva e vivibile, dando seguito ad una richiesta molto attesa da parte dei cittadini con uno sforzo importante da parte dell’Amministrazione.

L’intervento consentirà il raggiungimento di due importanti obiettivi di interesse pubblico: una sede idonea alla scuola dell’infanzia e la riappropriazione, da parte del quartiere di Fognano, del complesso architettonico attualmente in disuso. Inoltre, l’intervento ha permesso di pianificare il luogo destinato alla realizzazione della nuova sede del Centro Civico, nell’ambito del riassetto di tutta l’area compresa tra gli esistenti campi sportivi e via Cremonese, consolidandone la funzione di parco pubblico presidiato.