Presentato il nuovo piano d’azione del Consorzio Visit Ferrara

Pubblico e privato uniti per la promozione turistica di Ferrara

visit_presentazione_26set2016FERRARA – Per il futuro del turismo a Ferrara la parola d’ordine è sinergia. Quella tra pubblico e privato, su cui il Consorzio Visit Ferrara intende continuare a fondare la propria attività di commercializzazione e promozione del territorio ferrarese. Forte anche del contributo di 44.600 euro appena ricevuto dall’Amministrazione comunale.

Nato nel 2013, Visit Ferrara è il Consorzio degli operatori turistici della Provincia di Ferrara la cui missione principale è, congiuntamente al Comune e alla Camera di Commercio di Ferrara, quella di valorizzare la vocazione turistica del territorio ferrarese in ogni sua accezione (arte, storia, enogastronomia, cicloturismo, eventi, mare e natura). E a delinearne le strategie d’azione future è stato, stamani in conferenza stampa, il suo neo direttore tecnico, Donato Concato, che intervenendo nella sala Arazzi del Municipio, assieme al presidente Matteo Ludergnani ha sottolineato la volontà del Consorzio di rafforzare la propria azione, nei prossimi mesi, anche alla luce dell’avvio del nuovo piano strategico del turismo nazionale e della nuova organizzazione turistica regionale.

“In questo contesto in evoluzione – ha dichiarato Concato – il Consorzio ha individuato cinque componenti del ‘prodotto Ferrara’ su cui focalizzare l’attenzione promozionale, ossia: la città degli eventi, la città d’arte, la città degli incontri, l’area trasversale dell’enogastronomia e quella del cicloturismo. Ed è sulle prime, in particolare, che risulta fondamentale la collaborazione tra pubblico e privato, con l’organizzazione da parte delle istituzioni di mostre ed eventi, ai quali gli operatori turistici privati legano gran parte della loro attività” (v. piano d’azione Visit Ferrara 2016/2017 in allegato).

“Al Comune – ha confermato il vice sindaco Massimo Maisto – spetta il compito di offrire opportunità d’attrazione per la città, mentre al privato quello attivarsi per la promozione e la commercializzazione del prodotto turistico. È per questo che è nato e che opera il Consorzio Visit, al quale il Comune ha voluto offrire questo nuovo contributo economico, sperando che la politica di collaborazione intrapresa possa dare i propri frutti e il trend fortemente positivo di presenze turistiche in città di questi ultimi mesi possa continuare e consolidarsi. Puntiamo ai 500mila pernottamenti annui, affinchè possano partire anche nuovi investimenti privati in grado di ampliare l’occupazione lavorativa nel settore”. E a ulteriore conferma della volontà del Comune di favorire la programmazione della promozione turistica da parte degli operatori privati, la conferenza stampa di stamani è stata anche l’occasione per svelare il calendario delle prossime mostre di Ferrara Arte al palazzo dei Diamanti. Come rivelato da Maria Luisa Pacelli (dirigente del servizio Gallerie d’arte moderna e contemporanea del Comune di Ferrara) l’autunno 2017 sarà dedicato a Carlo Bononi, uno dei protagonisti del Seicento ferrarese, mentre la primavera 2018 vedrà protagonista Gustave Courbet “uno degli artisti francesi più importanti dell’800, tra i maestri del paesaggio”. Infine, con il progetto in cantiere per l’autunno 2018 l’attenzione si sposterà sulla scena italiana ed europea tra Otto e Novecento, con una mostra ‘sui territori dell’anima’ .
All’incontro con i giornalisti di stamani ha preso parte anche il direttore della Camera di Commercio di Ferrara Mauro Gianattasio.