A Portile scuola raddoppiata, lunedì 19 l’inaugurazione

Alunni e insegnanti festeggiano la fine dei lavori di ampliamento e ristrutturazione. Saranno presenti il sindaco Muzzarelli, l’assessore Cavazza e la Banda cittadina

Comune di ModenaMODENA – Lunedì 19 settembre gli alunni della primaria Martin Luther King di Portile festeggiano la loro scuola che, dopo i lavori di ampliamento e di ristrutturazione, è diventata più grande e più bella.

Alle ore 10 è previsto un momento di inaugurazione alla presenza del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, dell’assessore alla Scuola Gianpietro Cavazza, del dirigente scolastico del Comprensivo 3 (di cui la scuola fa parte) Daniele Barca e di un rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale di Modena.

Alla cerimonia, a cui parteciperanno alunni, insegnanti, personale scolastico e famiglie, interverrà anche la banda cittadina A. Ferri e durante la mattinata i bambini presenteranno i risultati delle attività didattiche svolte in classe dove si lavora anche per competenze verticali, unendo classi di anni diversi. La scuola è infatti formata dalle cinque classi di un unico corso.

I lavori realizzati alla scuola primaria di Portile hanno previsto l’ampliamento della struttura con la realizzazione di una nuova ala, la ristrutturazione dell’edificio storico collegato al nuovo attraverso un corridoio vetrato, e le opere di urbanizzazione esterne. Sono proceduti in tre stralci per un investimento complessivo di 1 milione 600 mila euro. I primi due stralci hanno consentito, già dallo scorso anno scolastico, di raddoppiare gli spazi a disposizione della didattica con nuove aule e laboratori. Nei mesi scorsi è stato ultimato anche il terzo e ultimo stralcio, che prevedeva il definitivo completamento dell’ampliamento con la sistemazione del verde esterno, le recinzioni e l’installazione dell’ascensore, oltre che di una rampa, per rendere la scuola facilmente accessibile a tutti.

All’avvio di quest’anno scolastico alunni ed insegnanti hanno quindi trovato la loro scuola completamente funzionante. L’intervento ha permesso di raddoppiare la superficie della scuola, passata da 490 a circa mille metri quadri distribuiti su due piani. Al piano terra della nuova ala, che ha una superficie di quasi 500 metri quadrati articolati su due piani, sono collocati refettorio e cucina, mentre al primo piano, servito anche da ascensore, ci sono due aule. Altre due aule sono collocate al piano terra dell’edificio preesistente ristrutturato, che al primo piano comprende un’aula didattica, un laboratorio, un’aula informatica, la sala insegnanti e la biblioteca.

L’intervento è stato realizzato secondo i principi della bioarchitettura ed è stato curato particolarmente il rendimento energetico del fabbricato, contenendo gli sprechi di energia, grazie a sistemi di isolamento termico e infissi ad elevate prestazioni. Il riscaldamento si avvale di una caldaia a condensazione e sono stati realizzati interventi di mitigazione climatica. Inoltre, sulla copertura dell’ampliamento sono stati installati pannelli fotovoltaici e per il solare termico.

I lavori hanno anche consentito l’adeguamento alle norme di prevenzione incendi.