Polizia municipale di Rimini: il Bilancio dell’attività del Corpo nel 2017

Crescono i controlli, calano le sanzioni per autovelox e vigile elettronico

polizia-municipale-RIMINI – E’ una mole di dati non solo quantitativa quella che emerge dal report sull’attività svolta nel 2016 che il Comando della Polizia municipale del Comune di Rimini rende noto in prossimità del 20 gennaio, festa di San Sebastiano, patrono del Corpo della Polizia municipale.

1.400 sono stati gli incidenti stradali rilevati confermando quasi alla virgola il dato 2016 quando furono 1.399. Quasi raddoppiati invece i veicoli controllati dagli operatori della Polizia municipale nel corso dell’attività sulla sicurezza stradale o in controlli più specifici come, a titolo d’esempio, quelli predisposti dal Comando a contrasto dell’alcol. 58.675 furono i veicoli controllati nel 2016, 105.054 quelli effettuati nel 2017. In forte aumento anche i servizi di viabilità che crescono del 31% arrivando a 18.561. 2.483 le scuole presidiate, 4.116 soccorsi a utenti in difficoltà, erano stati 3.802 l’anno precedente. In crescita anche il dato sui veicoli oggetto di furto recuperati che da 54 salgono a 86.

Intensa anche l’attività sul fronte del controllo del territorio con 3.048 i controlli ambientali ed edilizi effettuati, 2.031 i cantieri edili controllati, 8 i sequestri di cantiere edili, 227 le notizie di reato relative al campo edilizio e ambientale.

Crescono anche i controlli sulle persone che da 6.405 salgono nel 2017 a 8.223, mentre gli arresti sono stati 5.436 le sanzioni per violazione regolamento di Polizia Urbana sul divieto di prestazioni sessuali a pagamento (erano 401 nel 2016) così come le sanzioni ai cosiddetti pallinari che da 219 portano nel corso dell’ultimo anno a 246 le sanzioni sul divieto di effettuare e partecipare al gioco delle tre carte. Numeri in crescita anche i servizi di controllo relativi ad insediamenti di nomadi extracomunitari che salgono a 2.310, mentre 935 (+ 200) sono state le violazioni amministrative accertate in materie varie comprese nei regolamenti comunali. Nell’ambito dell’attività di controllo da segnalare come siano stati nel 2017 257 i controlli relativi al fenomeno dell’inquinamento acustico e 328 i controlli afferenti la vendita di alcolici in orari non consentiti.

“I dati – ha commentato l’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad – danno solo un quadro generale, seppur imponente, dell’attività che quotidianamente gli operatori della Polizia municipale di Rimini sono chiamati ad assolvere per garantire con la nostra sicurezza lo stesso vivere civile della comunità. Dati di per sé freddi ma che dietro alla freddezza dei numeri nascondono una realtà viva e connessa coi cittadini e i loro problemi. Questi numeri confermano l’impegno di donne e uomini della Polizia Municipale su innumerevoli versanti che non solo verrà confermato nel 2018, nel corso del quale focalizzeremo l’attenzione per una strutturazione di tutte le nuove misure relative alla ‘safety and security’. Una particolare attenzione poi verrà riservata in estate al contrasto al fenomeno dei pallinari, così come al rispetto delle nuove disposizioni sul decoro urbano in tutte le zone di Rimini.”.

Nel bilancio della Polizia Municipale emergono anche altri dati. Il caldo sensibile delle sanzioni da autovelox, ad esempio: un netto decremento – quasi il 60%! – nel 2017 quando sono stati 38.127 le sanzioni registrate dai tre impianti, installati su luoghi particolarmente sensibili e pericolosi per la sicurezza dei cittadini, contro le 86.846 sanzioni del 2016. Un trend che si conferma anche col cosiddetto Vigile elettronico la cui attività scende complessivamente a 11.938 contro le 14.350 dell’anno precedente. Naturalmente non ci basta, perché abbiamo constatato come le infrazioni rilevate elettronicamente in alcuni incroci cittadini possano, seppur non di tanto riprendere una crescita che speravamo in calo.”

2.149 sono state le infrazioni rilevate dai vista red nel 2017 contro le 1883 del 2016. Un tema quello dell’eccesso di velocità e del non rispetto delle indicazioni dei semafori che resta di gran lunga la causa del verificarsi di incidenti anche gravi su cui l’attività della Polizia municipale continuerà anche nel corso del 2018 con nuove iniziative affinché il comportamento sbagliato di qualcuno non metta a repentaglio la sicurezza di tutti.

“Per il resto – ha concluso l’assessore Sadegholvaad – non posso che ringraziare le donne e gli uomini della Polizia Municipale di Rimini per il lavoro svolto nel 2017 e fare ancora una volta gli auguri al nuovo Comandante, Andrea Rossi, perché questa attività venga replicata e potenziata nell’anno appena iniziato”.