Polizia municipale, la trattativa rimane aperta

comune di Modena logoIl Comune di Modena, di fronte all’annuncio del blocco dello straordinario da parte di due sigle sindacali, conferma che il tavolo di discussione continua

MODENA – I lavori del tavolo di discussione e trattativa dell’Amministrazione comunale di Modena continuano con la presenza di tutti i sindacati e in rappresentanza di tutti i lavoratori dell’ente. Lo ricorda il Comune in merito all’annuncio da parte di due sigle sindacali (gli autonomi del Sulpl e la Uil Funzione pubblica) del blocco degli straordinari della Polizia locale dal 16 maggio al 13 giugno.

Tra le argomentazioni a sostegno della decisione, che è conseguente all’indisponibilità dell’Amministrazione comunale di aprire un tavolo tecnico e privilegiato di contrattazione per la Polizia municipale, dal Comune si sottolinea in particolare quella riferita a un eccesso, secondo i due sindacati, di ore di straordinario corrispondenti nel 2015 a una cifra di 100 mila euro. Negli ultimi anni, infatti, le ore di straordinario sono diminuite (corrispondevano a 173 mila euro nel 2010) a fronte di un aumento dei servizi (compresi i turni notturni) e di una minore dotazione di personale, prima delle 15 assunzioni di quest’anno.

Desta stupore anche la critica rivolta all’Amministrazione rispetto a una presunta penalizzazione del personale di categoria D a proposito della retribuzione sulla produttività. Le proposte avanzate dal Comune, infatti, raccolgono precise richieste sindacali presentate al tavolo generale tese a mettere in discussione una quota di produttività specifica per questa categoria.

L’Amministrazione comunale, infine, ricorda che in materia di organizzazione dei servizi e del personale, la delegazione pubblica è stata sempre disponibile a discutere e continuerà a farlo, ma nel rispetto delle norme e dei ruoli e cioè tenendo ben fermo che non si tratta di materie oggetto di contrattazione sindacale. E rispetto all’organico, ribadendo che l’impegno ad assumere 15 operatori è stato rispettato, la Giunta ricorda di aver già dichiarato l’intenzione di coprire il turn over che si dovesse verificare nel corso dell’anno.