Polizia Municipale di Cesena: maggiori controlli nelle zone centrali per combattere le soste scorrette

Il Sindaco Paolo Lucchi:  “Sempre più residenti segnalano i disagi provocati da parcheggi impropri”. Per questo motivo in gennaio sono stati rimossi 18 veicoli

Polizia municipaleCESENA – Più controlli da parte della Polizia Municipale sulla sosta nelle zone a traffico limitato e nelle principali strade attorno alle mura. Il Comando PM ha avviato una pianificazione di servizi che porterà ad maggiore presenza di agenti in centro e nelle zone immediatamente a ridosso di esso, e uno dei compiti a loro affidati sarà proprio quello di verificare la correttezza della sosta.

“L’iniziativa assunta dal Comandante Giovanni Colloredo – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – scaturisce dalla volontà di dare risposta positiva alle numerose sollecitazioni che arrivano dagli stessi cittadini. E’ un leit motiv ormai costante e io stesso ho ricevuto mail ripetute da residenti che segnalano i molti problemi creati dai parcheggi impropri e chiedono maggiori controlli. Il rispetto delle regole, nella società della deregulation purtroppo diffusa, per fortuna sta a cuore a molti. E certamente sta a cuore all’Amministrazione comunale”.

Ma la sorveglianza non si limiterà al cuore della città. Anche nella cintura urbana sono previsti maggiori controlli su soste, dischi orari e, soprattutto, su quei parcheggi che creano pericolo o intralcio alla fluidità del traffico, nel solco di un impegno che nel solo mese di gennaio ha portato alla rimozione di ben 18 autoveicoli (vale a dire più di un caso ogni due giorni).

Delle diciotto rimozioni eseguite, sei hanno riguardato auto parcheggiate su passi carrai regolari; in cinque casi si è trattato di veicoli lasciati in area rimozione per mercato, mentre in altri quattro casi si trattava di sosta irregolare su aree riservate ai portatori di handicap. A completare il quadro la rimozione di un veicolo sul marciapiede, un veicolo su passaggio pedonale, un veicolo in seconda fila.

A questi si aggiungono sei veicoli rimossi e sottoposti a sequestro amministrativo perché risultati senza copertura assicurativa; rimosso e sottoposto a fermo anche un ciclomotore perché senza targa.