Polizia Municipale di Modena: attività in borghese svolta da operatori preparati

Precisazione del Comune rispetto alle dichiarazioni della Lega: è prevista da tempo e già nota, ha carattere riservato ed è condivisa con istituzioni di riferimento

MODENA – La Polizia Municipale di Modena nella propria organizzazione prevede anche una Unità specialistica che svolge con una certa continuità servizio in abiti civili. Lo precisa il Comune di Modena rispetto alle dichiarazioni di esponenti della Lega Nord, rilanciate da alcuni organi di informazione, sottolineando che questa modalità di intervento in borghese è nota da tempo e più volte è stata richiamata nelle cronache giornalistiche per i risultati ottenuti.

Questo tipo di servizio della Polizia municipale è dedicato, in particolare, ma non solo, all’attività di prevenzione del degrado e della microcriminalità sia d’iniziativa che in collaborazione con le Forze di Polizia dello Stato. Questo tipo di interventi per loro natura sono di carattere riservato e, di norma, sono inseriti in più ampie attività di indagine o preventive condivise con gli organi istituzionali di riferimento e sono giustamente tarati sulle competenze e le capacità dell’Unità stessa e degli operatori che ne fanno parte.

L’amministrazione comunale ritiene questi operatori all’altezza dei compiti loro affidati e respinge ogni illazione che metta in dubbio la loro preparazione, più volte dimostrata sul campo.