“Il Po ricorda”, al via il 24 maggio la nuova edizione

L’evento, organizzato in collaborazione con il Consorzio di Bonifica di Piacenzalogo comune Piacenza

PIACENZA – Avrà un’anteprima speciale dedicata alle classi 5°A, 4° e 5°B della primaria Pezzani, la nuova edizione de “Il Po ricorda”, che martedì 24 maggio, alle 9, vedrà i bambini protagonisti di una mattinata ludico-creativa a tema storico, all’impianto idrovoro della Finarda.
L’evento, organizzato in collaborazione con il Consorzio di Bonifica di Piacenza, si lega alla realizzazione del libretto pop-up “Più ingegnosi dell’acqua!” che gli alunni avevano creato il 22 marzo scorso, in occasione della Giornata mondiale dell’Acqua, insieme all’associazione Arti e Pensieri, scoprendo le antiche innovazioni ingegneristiche che sono state determinanti per il futuro. Un esperto del Consorzio e Leonardo da Vinci in persona, interpretato da Davide Villani, illustreranno ai bambini il funzionamento dei macchinari e risponderanno alle loro domande.
Sarà solo la prima tappa dei diversi eventi che “Il Po ricorda” proporrà nei prossimi mesi, legati dal filo conduttore “Vivere il confine”. La quarta edizione sarà presentata nel dettaglio venerdì 27 maggio alle 12, nella sala del Consiglio comunale in Municipio, ma le organizzatrici di Arti e Pensieri anticipano che il tema scelto quest’anno è mirato a valorizzare il legame ancestrale con il grande fiume, coinvolgendo in particolar modo i giovani. Selezionata dall’Istituto Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia Romagna, tra i progetti vincitori del bando “Giovani per il territorio”, la manifestazione ha la collaborazione del Comune di Piacenza e della Fondazione Teatri, il patrocinio del Festival Europeo della Via Francigena, il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e dello stesso Consorzio di Bonifica, oltre all’apporto del Conservatorio Nicolini e di una fitta rete di realtà associative.
Un’ulteriore novità è la realizzazione, nell’ambito de “Il Po ricorda”, di un percorso tematico multimediale sulla città e il grande fiume, fruibile attraverso la App Piacenza. Nella conferenza stampa della prossima settimana, tutti i dettagli anche sul programma, che si articolerà tra giugno e ottobre.