Picchio Rosso 40, si balla coi Dj al Capodanno in Piazza Roma a Modena

Nel 40° anniversario del locale che ha segnato un’epoca, il 31 dicembre si saluterà il 2016 e si brinderà al 2017 con le musiche e i ritmi degli anni ’70, ’80 e ’90

ingresso picchio rossoMODENA – Il primo Capodanno al Picchio Rosso, locale all’avanguardia che dalla provincia di Modena ha cambiato a ritmo di disco music il modo di divertirsi e il costume dei modenesi e non solo, fu festeggiato nel 1976. Esattamente 40 anni dopo, il 31 dicembre 2016, per una notte piazza Roma diventerà nel Capodanno di Modena la pista del Picchio, gratuita per tutti, da cui entrare nel 2017.

In “consolle” torneranno i Dj protagonisti al locale di Formigine e non solo (Antoine, Paolino Pelloni, dj Herbie, Robby Ruini, Fabrizio Zanni e tanti altri, che rispolvereranno anche rari vinili), mentre su maxischermo si proietteranno immagini dagli archivi storici del Picchio, con gli artisti, gli spettacoli, le star, le feste, i personaggi.

Una storia che si racconterà in piazza Roma con una colonna sonora irresistibile fino al brindisi di mezzanotte e oltre in una notte per tutti, una festa in cui rivivere i favolosi anni ‘70/‘80/’90, in uno show all’insegna del divertimento popolare condotto da Antoine sul filo di aneddoti, gag e ospiti. Sul palco in piazza Roma il 31 Dicembre, insieme ai Dj LORENZO ROSSI DJdel Picchio Rosso ci sarà Lorenzo Rossi (figlio di Vasco e oggi dj a Punto Radio, la radio libera dove trasmetteva il padre). Darà il via al tradizionale countdown a mezzanotte e per lui non sarà l’unico anniversario. Lorenzo Rossi, infatti, sarà anche il primo a festeggiare i 40 anni di carriera del padre, per un 2017 musicale eccezionale per Modena, che avrà il suo culmine nel concerto evento di Vasco Rossi “Modena Park, dove tutto ebbe inizio”.

Dal palco, Lorenzo Rossi lancerà canzoni da cantare insieme tra le quali anche “Colpa d’Alfredo”, una delle canzoni storiche che il padre Vasco scrisse all’inizio della carriera, e che nel testo fa riferimento a Modena e agli amici modenesi.

Con Lorenzo Rossi a Capodanno nella piazza in cui si affaccia Palazzo Ducale, sedeYaYa deejay open act Vasco Live Kom Roma dell’Accademia militare di Modena, ci sarà anche YaYa Deejay , la disc jockey che ha aperto i concerti di Vasco Rossi a Roma, e farà ascoltare i brani suonati per introdurre quei live. Prima di mezzanotte, spazio anche ai giovani on stage, una regola che il Picchio Rosso ha sempre rispettato. Sul palco i “Last”, gruppo formato da modenesi che ha aperto nell’estate 2016 il concertone di Ligabue a Monza e vanta oltre 100mila visualizzazioni su Youtube con il nuovo sindolo “Come stai”.

capodanno picchio rosso conferenza stampa 271216Il programma della festa, a partecipazione libera e gratuita per tutti, inizierà alle 21.30 con i balli di gruppo; dalle 22.30, le hit degli anni ‘70, fino alle 23.50; quindi ospiti e countdown, brindisi e auguri del sindaco. Poi via alla samba e ai successi più ballati degli ’80 e ‘90 per entrare nel primo giorno dell’anno nuovo.

Organizzatori della festa sono Mauro Marchi e Fabrizio Zanni del “Comitato Remember Picchio Rosso – Italia Fuoriserie srl”, in collaborazione con il Comune di Modena e Radio Lattemiele, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Modena. Nella notte del 31 dicembre anche l’Accademia del ghiaccio, la pista per pattinare in piazza Roma, resterà aperta fino all’una.

Informazioni tel. 3488277465 o su Facebook “Capodanno Picchio Rosso 2016”.

In principio fu il deejay, ecco chi ci sarà

Tanti i protagonisti della consolle che hanno fatto ballare i modenesi e non solo; ritornano in piazza Roma il 31 dicembre per far entrare tutti nel 2017 divertendosi

“In piazza Roma a Modena il 31 dicembre si potrà ballare ricreando le ‘mitiche’ atmosfere del Picchio Rosso – annunciano Mauro Marchi e Fabrizio Zanni, organizzatori dell’evento in collaborazione con il Comune di Modena e Radio Lattemiele – e vorremmo coinvolgere quelli che andavano al Picchio in una notte per tutti, anche i più giovani: una festa irripetibile, esclusiva, ‘vintage’, in cui rivivere, ballando, i favolosi anni ‘70/‘80/’90, all’insegna del divertimento popolare in uno show condotto da Antoine e Persueder sul filo di aneddoti e ospiti”.

La parola chiave è disc jockey, Dj. Prima era diverso: c’erano le balere, le orchestre. Il Il conduttore Antoineprimo antenato del dj tra una pausa e l’altra metteva i lenti. Poi venne “quello che mette i dischi”, muto, che usava i giradischi e non faceva pause tra un disco e l’altro; quindi si trasformò in intrattenitore “parlante” delle serate. Fu a fine anni 70 che iniziò la vera e propria era del Dj, e il Picchio Rosso fu uno dei primi grandi locali popolari in cui il Dj era il vero protagonista. Finiti i tempi delle orchestre spettacolo. Il modo di ballare (fino ad allora in coppia) cambiava. A riempire le piste ora era un personaggio, originale e vestito in modo appariscente, che con i dischi in vinile e i piatti a trazione e cinghia, con tecniche di “mixaggio passava da un brano all’altro senza strappi. C’erano stati quelli che “mixavano a stacco”; poi arrivarono i Dj che mixavano facendo combaciare perfettamente le battute dei dischi. A New York era nata la disco-music con lo “Studio 54”, la discoteca più famosa. Al Picchio i primi dj furono Tom Savarese (di New York), Antoine, Leopag 9 in mezzo Vasco a destra antoine Persueder e Tommy Life..

In piazza Roma si alterneranno i dj set ogni 20 minuti circa per ripercorrere in una sorta di staffetta 40 anni di musica. Si parte con la sigla storica dei “Renaissance”, rigorosamente alle 21.15, proprio come al Picchio Rosso, poi si succederanno in consolle Ivo Morini, Dj Herbie, Robby Ruini, Paolino Pelloni, Antoine, Leo Persueder, Massimo Gavioli, Fabrizio Zanni, Ivan Delisi, Simona G. (l’unica dj donna del Picchio negli anni ’90), Fulvio Ferrari, Tonino Munari, Andrea Sarti e Corradino, e altri che non mancheranno di passare per un saluto al pubblico. Ospiti Lorenzo Rossi e YaYa deejay con i Last. Presentano Antoine e Leo Persueder.

Organizzatori della festa sono Mauro Marchi e Fabrizio Zanni el “Comitato Remember pag 9 picchio rosso il dream team dei djPicchio Rosso – Italia Fuoriserie srl”, in collaborazione con il Comune di Modena e Radio Lattemiele, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Modena. Nella notte del 31 dicembre anche l’Accademia del ghiaccio, la pista per pattinare in piazza Roma, resterà aperta fino all’una.