Piazza XXIV Maggio ha salutato EstateBambini con una grande cena comunitaria

Martedì 13 settembre appuntamento conclusivo al Teatro Comunale di Ferrara

cena_comunitaria2016_1FERRARA – Si è conclusa ieri, domenica 11 settembre, con un bilancio ampiamente positivo la 23ª edizione di EstateBambini, la manifestazione ferrarese organizzata e promossa dall’Istituzione dei Servizi Educativi Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara e dall’Associazione Circi, con il contributo di Afm Farmacie comunali, Hera e Coop Alleanza 3.0, che hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa mettendo in gioco risorse e competenze al servizio delle famiglie e dei bambini della città.

Nei sei giorni della sua programmazione, dal 6 all’11 settembre scorsi, EstateBambini ha contato oltre duemila presenze giornaliere, di cui mille composte da soli bambini. In calendario 19 spettacoli dedicati ai bambini a partire dai 3 anni, 12 proposte cinematografiche tra corti e lungometraggi e 40 proposte laboratoriali, oltre agli innumerevoli incontri per genitori, letture animate, gite in bicicletta, a piedi e in motonave.

cena_comunitaria2016_2Senza contare i 5 diversi spettacoli proposti ogni sera in occasione di Festebà, il Festival di Teatro Ragazzi, che quest’anno ha compiuto dieci anni. Un festival di altissima qualità, che ha confermato ancora una volta la sua attenzione ai diversi linguaggi teatrali, dalla danza alla recitazione, passando per il teatro delle ombre e quello di figura. Un festival unico in tutto il panorama nazionale, caratterizzato da una giuria popolare composta da bambini e adulti, che al termine di ogni edizione ha il compito di decretare il vincitore finale. E vincitore di questa decima edizione di Festebà è risultato “Moun” della compagnia Teatro Gioco Vita con le seguenti motivazioni: “La scelta di una tematica complessa, attuale e antica al tempo stesso, trattata in modo delicato ma onesto. L’uso delle sagome dei personaggi che, posizionate davanti al telo, generano l’ombra e ne svelano l’origine, dando allo sguardo dello spettatore una doppia possibilità di visione e che creando una magia di ombra che fa luce. L’utilizzo di diversi linguaggi attraverso i quali l’attrice si muove con fluidità evidenziando una presenza scenica potente e comunicativa. La colonna sonora che ha esaltato i momenti salienti della narrazione”. Uno spettacolo emozionante e coinvolgente… una vera festa festeba_venerdi-9-moun_1per gli occhi.

La giuria di Festebà 2016 ha inoltre attribuito la Menzione Speciale allo spettacolo “Dentro di me” della compagnia Ca’ Luogo d’Arte “per gli elementi scenografici sorprendenti che hanno fatto da sfondo ad una narrazione fresca e divertente”.

Tutto questo è EstateBambini, come ha sottolineato Donatella Mauro, Dirigente della Direzione Pedagogica dei Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara, “un’iniziativa pensata ed organizzata per offrire ai bambini e ai loro familiari oltre ad occasioni di gioco e divertimento, anche proposte culturali che mettono al centro i diversi linguaggi dei bambini, dalla lettura al teatro, dalla musica al cinema, oltre che occasioni di scoperta e conoscenza giocose. In questo modo EstateBambini rappresenta uno dei tanti capitoli delle politiche familiari del Comune di Ferrara che, attraverso una rete di interventi, ha sempre ben presente l’obiettivo di sostenere le funzioni genitoriali promuovendone il benessere, anche nei momenti più critici, riducendo le disuguaglianze sociali e favorendo i processi di inclusione e di solidarietà all’interno della comunità”.

Un’iniziativa che non sarebbe stata possibile senza il valido contributo dell’Associazione Circi, la quale ha contributo alla sua realizzazione attraverso la valorizzazione del volontariato, coltivato fin dall’infanzia e rivolto agli altri, nella convinzione che il senso civico si formi anche attraverso piccole azioni di condivisione quotidiane.

La 23ª edizione di EstateBambini ha salutato piazza XXIV Maggio nella serata di domenica 11 con una cena comunitaria organizzata assieme al Comitato Zona Stadio, per promuovere e incentivare la socialità degli abitanti del quartiere. Cibo, musica e tanto divertimento per le famiglie, i volontari e gli abitanti della zona. Un’enorme tavola apparecchiata che ha ospitato oltre seicento persone. (v. foto a fondo pagina)

Ma EstateBambini non si esaurisce qui, è infatti abitudine consolidata quella di offrire, al termine della rassegna, un momento di riflessione sui temi d’attualità che più ci toccano da vicino. Dall’anno passato il rituale convegno conclusivo si è spostato al Teatro Comunale di Ferrara Claudio Abbado, ideale platea aperta a tutta la cittadinanza, che quest’anno, martedì 13 settembre, ospiterà “Un Teatro lungo un giorno”.

Tema conduttore della giornata, a partecipazione interamente gratuita, saranno i migranti, le diversità culturali e i razzismi, con il convegno del mattino dal titolo “L’Italia e le migrazioni contemporanee: accoglienza, emergenza e razzismi” e la prosecuzione, nel pomeriggio, con laboratori, giochi teatrali narrazioni e musica.

UN TEATRO LUNGO UN GIORNO

Martedì 13 settembre – Teatro Comunale Claudio Abbado, Ferrara

PROGRAMMA:

8.30 – 13.30 – L’Italia e le migrazioni contemporanee: accoglienza, emergenza e razzismi
Convegno a cura dell’Ufficio Integrazione Alunni Stranieri del Comune di Ferrara (Ridotto del Teatro Comunale)

14.30 – Fiabe luogo d’incontro – Incontro a cura di Luigi Dal Cin – per adulti
Un viaggio con le favole, nei loro percorsi e luoghi, attraverso i quali le favole stesse subiscono cambiamenti e vengono modificate e arricchite dalle diverse culture. Iscrizione obbligatoria

16.30 – Il gioco del Muro – Animazione teatrale, di e con Silvano Antonelli – dai 5 anni
A metà tra un laboratorio teatrale e un gioco, per cercare di guardare insieme “al di là del muro”, perché quando si ha paura ci si difende costruendo un muro: un muro di mattoni e un muro di ragioni, un muro reale e un muro immaginario.
Replica alle ore 17.45 Iscrizione obbligatoria

18.00 – Ruby va a scuola – Spettacolo teatrale di narrazione e musica, con Marcello Brondi, musiche di Roberto Manuzzi – dai 6 anni
La storia di Ruby Bridges, la bambina nera che a 6 anni, nel 1960 sfidò il razzismo dei bianchi a New Orleans osando iscriversi in una scuola pubblica.L’intolleranza di un paese, il coraggio di una bambina e della sua famiglia e la solidarietà di tanti.

21.00 – Di passi e di respiri – Spettacolo teatrale di e con Giuseppe Cederna – dai 10 anni
“Cosa succede nelle nostre vite, cosa deve succedere perché qualcosa di quello che viviamo – un incontro, un libro, uno spettacolo, un viaggio – ci tocchi così profondamente da lasciare un’impronta e diventare parte di noi?” Con questa domanda comincia lo spettacolo di Giuseppe Cederna: un viaggio sulle orme dei pellegrini e dei camminatori erranti del nostro mondo, il ritorno nel Mediterraneo e la scoperta della poesia ‘Home’ di Warsan Shire. Un grido necessario perché il coraggio, il dolore, la rabbia e la disperazione dei migranti del Mediterraneo siano un po’ anche i nostri. Ingresso libero