Piazza San Francesco, il Sindaco proroga l’ordinanza al 31 gennaio 2018

Proseguono anche i divieti in Bolognina e in un tratto di via Emilia Ponente

Bologna veduta aereaBOLOGNA – Il Sindaco di Bologna Virginio Merola ha firmato l’ordinanza che conferma i divieti in vigore in Piazza San Francesco e zone limitrofe e li proroga fino al 31 gennaio 2018.

Si tratta del divieto di consumare bevande in contenitori di vetro e lattine e bevande alcoliche in qualsiasi contenitore; divieto di abbandonare contenitori vuoti, lattine, bottiglie di vetro e rifiuti vari; divieto di suonare qualsiasi strumento musicale, utilizzare apparecchi destinati esclusivamente alla riproduzione e diffusione musicale e sonora.

I divieti riguardano la fascia oraria che va dalle 17 alle 6 del giorno successivo.

L’area è quella di Piazza San Francesco (compresa la parte fino a Piazza Malpighi e fino a via del Pratello), via del Borghetto e via de’ Marchi.

L’ordinanza rientra nei poteri del Sindaco di adottare provvedimenti contingibili e urgenti per tutelare l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana.

Il Sindaco ha inoltre firmato l’ordinanza in materia di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti per l’area Bolognina e per un tratto di via Emilia Ponente.

L’ordinanza era già in vigore, fino al 31 ottobre 2017, ma cambia veste in forza dell’entrata in vigore delle modifiche al decreto legislativo 267/2000, introdotte dalla legge sulla sicurezza nelle città.

L’ordinanza firmata ieri, che è stata richiesta anche dai Quartieri Navile e Borgo Panigale-Reno, sarà in vigore, per ora, fino al 30 novembre 2017.

Ecco le aree dove è in vigore:

– zona “Bolognina”: de’ Carracci (tratto compreso tra Fioravanti e Matteotti), Tiarini, Zampieri, Costa, Tibaldi, Bolognese, Procaccini, Poliziano, Crespi, Spada, Calvart, Barbieri, Flora, del Battiferro, Tasso, Mazza, Torreggiani, Magenta, Cignani, Mitelli, del Mastelletta, Faccini, dei Gandolfi, Lombardi, Gobetti (tratto compreso tra via de’ Carracci e via Barbieri), Lugli, Parini, Fioravanti, Colonna, Dall’Arca, De Maria, Sirani, dei Rosaspina, Di Vincenzo, Da Faenza, Corticella (tratto compreso tra Piazza dell’Unità e Barbieri/Lombardi), Piazza dell’Unità, Matteotti (da Via de’ Carracci a Piazza Unità), Ferrarese (tratto compreso tra Matteotti e Lombardi), Saliceto (tratto compreso tra Ferrarese e Lombardi), Vasari, Serra;

– via Emilia Ponente nel tratto compreso tra via Triumvirato e via della Pietra.

L’ordinanza prevede:

1. Orari: per gli esercizi di vicinato e le medie strutture di vendita del settore alimentare e misto ed i produttori agricoli è prevista la chiusura dalle 21 alle 7 del giorno successivo; per i laboratori artigianali del settore alimentare l’ordinanza prevede la chiusura dell’attività di vendita dalle 22 alle 7 del giorno successivo. Per quanto riguarda la disciplina degli orari, viene confermata la possibilità di usufruire di deroghe;

2. Divieto di consumo di bevande in contenitori di vetro in luoghi pubblici o di uso pubblico.

3. Divieto di vendita di bevande alcoliche refrigerate: tutti gli esercizi di vicinato e le medie strutture di vendita del settore alimentare e misto, i produttori agricoli e i laboratori artigianali alimentari durante il complessivo orario di apertura e per tutto il periodo di durata di validità dell’ordinanza devono rispettare il divieto di vendere bevande alcoliche refrigerate di qualsiasi gradazione. Il divieto (e questa è una novità dell’ordinanza appena firmata) non si applica ai laboratori artigianali alimentari nell’espletamento di servizi di consegna a domicilio unitamente al prodotto alimentare mentre rimane fermo il divieto di detenzione di bevande alcoliche refrigerate negli spazi accessibili al pubblico.