Piano neve, cosa fa il Comune di Parma cosa devono fare i cittadini

municipio11PARMA –  Il Piano Neve ed il Piano anti ghiaccio sono già operativi da dicembre. Il Comune intende fare fronte ai rigori dell’inverno con una squadra composta da 225 i mezzi, 110 tra tecnici e operai spalatori. I mezzi comprendono 147 spartineve, 10 pale per caricamento e spalatura, 46 autocarri, 22 mezzi spargisale e spargi cloruro. Il Personale comprende 84 operai spalatori e 26 tecnici. Per fare questo, l’Amministrazione ha stanziato poco meno di 1 milione e 200 mila euro.

Per il monitoraggio delle condizioni metereologiche e delle loro fasi evolutive è stato predisposto un Centro Operativo che fornisce le previsioni orarie a +72 ore con l’aggiornamento automatico dei dati, anche in tempo reale. Il Piano Neve viene attivato quando la coltre nevosa raggiunge a terra i 5 centimetri circa, molto dipende dall’evoluzione delle condizioni climatiche durante l’evento atmosferico. Tutti gli aggiornamenti sono presenti sul portale del Comune: www. pianoneve.comune.parma. it. – sulla pagina Facebook del Comune: Città di Parma.

Da quando le temperature sono scese sotto lo zero è giaà operativo il Piano di prevenzione ghiaccio che ha visto lo spargimento di un ingente quantitivativo di sale per garantire la sicurezza sulla grande viabilità, in corrispondenza di incroci e rotatorie, sulle rampe delle tangenziali ed in corrispodenza di scuole ed efifici pubblici, piazze e mercati. La prevenzione è attuata attraverso lo spargimento di sale e materiali disgelanti, per evitare la formazione di lastre e croste ghiacciate. Il Piano Neve prevede la suddivisione deil territorio comunale in cinque diverse zone, all’interno delle quali sono stati definiti più percorsi, ognuno dei quali è gestito da un certo numero di mezzi e personale specificatamente identificato, istruito e responsabilizzato per la buona riuscita dei lavori. In caso di forti precipitazioni nevose la priorità degli interventi è data alla grande viabilità, incroci e rotatorie, scuole, zone mercatali ed edifici pubblici.

Per le scuole statali, primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado, il Comune si occupa della pulizia dei soli spazi esterni, mentre quelli interni sono in carico al personale ausiliario delle scuole stesse. Per materne e nidi comunali le operazioni di sgombero neve sono a carico del Comune.

In caso di nevicate è fondamentale la collaborazione dei cittadini: in base al vigente Regolamento di Polizia Urbana, spetta ai privati lo sgombero della neve lungo i marciapiedi per tutta la lunghezza che confina con le abitazioni di proprietà, negozi, stabili, orti e giardini. I cittadini sono chiamati a togliere la neve dal proprio passo carrabile, dal proprio accesso pedonale e dai marciapiedi prospicienti le abitazioni private, accumulando la neve ai lati senza gettarla in strada. Una volta tolta la neve è consigliato lo spargimento del sale al fine di evitare la formazione di ghiaccio. Con 1 kg di sale è possibile trattare 20 metri quadrati di superficie calpestabile. Non bisogna gettare acqua su neve e ghiaccio. In caso di precipitazioni nevose si consiglia di l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblico, limitando al massimo l’uso delle auto private, in modo da facilitare la pulizia delle strade, così come è suggerito di non parcheggiare su strade o aree pubbliche. Il numero verde a cui fare riferimento per segnalazioni e info è il seguente. 800484896