Piacenza: “Tempo d’agire” oggi la presentazione

Prevenzione: si amplia il progetto che porta in classe educatori, poliziotti, carabinieri e volontari Cri. Contrasto (e prevenzione) alla diffusione di droghe

comune-piacenzaPIACENZA – Il progetto “Tempo d’agire” è riuscito e quest’anno l’idea di entrare nelle scuole medie in squadra – educatori dell’associazione “La Ricerca” insieme a carabinieri, agenti di polizia e volontari della Croce Rossa Italiana – per parlare di droga in maniera diversa, attraverso nuove forme di dialogo con studenti, insegnanti e genitori, è diventata un progetto ampio che – grazie al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano – è stato allargato a sei scuole medie di città e provincia fino a coinvolgere 250 studenti, 440 famiglie, una cinquantina di insegnanti, una cinquantina di agenti di polizia e carabinieri e una quarantina di volontari tra volontari PaCe-La Ricerca e Croce Rossa Italiana.

Avviato lo scorso anno scolastico in due istituti di città e provincia grazie alla sponsorizzazione di un privato cittadino, genitore e volontario presso la storica associazione piacentina, “Tempo d’agire” intende mettere in rete azioni a contrasto dell’utilizzo di sostanze da parte di minorenni e giovani al fine di promuovere una cultura del benessere e di prevenzione al rischio dell’uso di sostanze, migliorare gli stili di vita aumentando le consapevolezze dei loro comportamenti.

Giovedì 19 ottobre sarà presentato nel Salone d’onore della Fondazione di Piacenza e Vigevano con una conferenza stampa che avrà inizio alle 11.30.

Interverranno:
– Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano dottor Massimo Toscani
– Questore di Piacenza, dottor Salvatore Arena
– Comandante provinciale dei carabinieri col. Corrado Scattaretico
– Presidente dell’associazione “La Ricerca onlus” dottor Gian Luigi Rubini
– Commissario provinciale della Croce Rossa Italiana, avv. Alessandro Guidotti

Per la Fondazione saranno inoltre presenti il consigliere della Commissione Istruzione e Ricerca, dottor Cesare Betti e il coordinatore della Commissione Welfare dottor Franco Egalini .
Inteverranno anche alcuni dirigenti scolastici.