Piacenza: Ex Laboratorio Pontieri, oltre 600 visitatori tra l’8 e il 9 aprile

Tra le proposte dei cittadini: destinazione culturale e spazio per laboratori artigianali, netta preferenza per il mantenimento della proprietà pubblicaex Laboratorio Pontieri di Piacenza

PIACENZA – Sono stati oltre 600, tra sabato 8 e domenica 9 aprile, i visitatori accolti all’ex Laboratorio Pontieri di Piacenza in occasione degli Open Days promossi dall’Amministrazione comunale nell’ambito del progetto europeo Maps (aree militari come spazi pubblici).

A ciascuno è stato consegnato un questionario da compilare per raccogliere idee e proposte sul futuro utilizzo dell’area, nonché le valutazioni dei cittadini sulla più opportuna modalità di gestione.

Molteplici le destinazioni d’uso:

Inerenti alla tutela ambientale: orto botanico, orto urbano con finalità anche didattiche – così come una possibile fattoria – ma anche serra per coltivare piante da collocare come verde pubblico. Tra le proposte gastronomiche: cittadella del gusto, spazio in cui ospitare una pluralità di ristoranti o di negozi di vicinato e piccoli esercizi che diano risalto alle eccellenze del territorio. Numerose le indicazioni di chi ritiene l’ex Laboratorio Pontieri la sede ideale di laboratori artigianali ad alta specializzazione o mirati a valorizzare e dare nuovo slancio ad arti e mestieri della tradizione.

Alcuni visitatori hanno espresso interesse per laboratori di cinematografia e fotografia, altri hanno individuato la vocazione del luogo come teatro di eventi musicali e non sono mancati i suggerimenti per una biblioteca.

Neppure la funzione sociale è stata trascurata, con l’idea di uno spazio riabilitativo destinato innanzitutto ad anziani e bambini o alla realizzazione di alloggi per la terza età e per gli studenti, con diverse proposte legate invece a edifici scolastici, dall’asilo all’università.

“L’apertura al pubblico è stata un’esperienza molto positivacommenta Gloria Cerliani, dirigente comunale responsabile del progetto Mapse speriamo di poterla ripetere in futuro. Proprio oggi concludiamo le visite guidate riservate alle scuole, che hanno coinvolto classi dell’Isii Marconi, dell’istituto Casali, del liceo Cassinari, della media Alberoni e, nell’ambito del Consiglio comunale dei Ragazzi, le medie Dante e Faustini. Anche questi studenti compileranno il questionario sul futuro dell’area, come auspico vorranno fare i cittadini che lo troveranno, sulla sezione PiacenzaPartecipa del sito web comunale, sino agli inizi di maggio”.