Piacenza, Approvato in Giunta il progetto per la nuova piscina

Scesa a 30 anni la durata della concessionecomune piacenza

PIACENZA – La Giunta comunale ha approvato, nella seduta odierna, il progetto per la nuova piscina, già presentato alla collettività nel corso di un incontro pubblico tenutosi nel mese di luglio. Parte così ufficialmente l’iter che condurrà alla predisposizione di un bando europeo e alla relativa gara per la realizzazione, con la formula del project financing, dell’impianto che darà una nuova veste al Polisportivo Franzanti.

“Sotto il profilo tecnico – sottolineano il sindaco Paolo Dosi e l’assessore allo Sport Giorgio Cisini – non ci sono modifiche rispetto a quanto già condiviso con i cittadini, ma a fronte delle attuali condizioni abbiamo apportato alcuni adeguamenti al Piano Economico Finanziario, passibile peraltro di ulteriori migliorie, per quanto riguarda la gestione: la concessione avrà una durata di 28 anni, cui si aggiungono i due di preparazione, per un totale di trent’anni anziché i 37 inizialmente preventivati. L’importo per i lavori, sempre a base d’asta, è pari a 6 milioni e 500 mila euro, mentre resta invariato il canone che il Comune dovrà corrispondere annualmente: 500 mila euro per vent’anni. Cifre a cui va sempre addizionata l’iva”.

Un progetto che, rimarcano Dosi e Cisini, “ci consentirà di soddisfare le esigenze di tutte le attività natatorie agonistiche, dando nel contempo una risposta concreta e possibilità più ampie a chi pratica il nuoto libero e amatoriale, che registra sul territorio una crescita costante. L’auspicio dell’Amministrazione, ovviamente, è che il soggetto che si aggiudicherà l’appalto di concessione e gestione possa apportare benefici e miglioramenti a tutti i comparti del centro Franzanti, punto di riferimento per tante discipline”.

Confermato, a questo proposito, il piano di riconversione della piscina Raffalda come palestra: “Anche in questo caso – commentano il sindaco e l’assessore – si tratta di una scelta che viene incontro a un’effettiva, consistente richiesta di spazi per diverse attività sportive, che potranno così avere nuove opportunità di crescita. Nel contempo, quest’ultimo intervento avrà una connotazione di reversibilità, per cui l’impianto potrà essere ripristinato per uso natatorio in caso di necessità. I lavori alla Raffalda inizieranno, tuttavia, solo quando sarà conclusa l’opera di rinnovamento e riqualificazione del Polisportivo”.
Il progetto preliminare sarà consultabile sul sito web comunale e presso gli uffici Lavori Pubblici.