Piacenza, Assegni di maternità e per i nuclei numerosi

comune piacenzaSi ampliano le categorie di cittadini che possono accedere al contributo

PIACENZA – L’Amministrazione comunale ha approvato l’avviso pubblico per la concessione degli assegni di maternità e a sostegno dei nuclei familiari numerosi (con almeno tre figli minori) per l’anno 2016: per i primi, la scadenza è sempre entro i sei mesi successivi dalla data del parto, mentre per la seconda tipologia il termine ultimo è il 15 gennaio 2017. Il bando – consultabile in forma completa, per tutti i dettagli, sul sito www.comune.piacenza.it – oltre a fornire le informazioni necessarie per presentare la richiesta di contributo, elenca le categorie di potenziali beneficiari, che si aggiungono ai cittadini italiani e comunitari.

Queste le diverse condizioni (alternative le une alle altre) che consentono, anche ai cittadini di Paesi non europei, di inoltrare la domanda: titolari di protezione sussidiaria; titolari del permesso di soggiorno CE di lungo periodo; cittadini o lavoratori di Marocco, Tunisia, Algeria, Turchia e loro familiari; titolari di permesso unico per lavoro con relativa autorizzazione – ad eccezione delle categorie escluse dal decreto legislativo 40/214 – e loro familiari; familiari di cittadini italiani, comunitari o soggiornanti di lungo periodo che, pur non avendo la cittadinanza di uno Stato membro, siano titolari del diritto di soggiorno, temporaneo o permanente; rifugiati politici, apolidi o che abbiano soggiornato legalmente in almeno due Stati membri dell’Ue: in questi ultimi tre casi, il diritto di presentare domanda si estende ai loro familiari, anche nel caso in cui la persona avente i requisiti fosse deceduta.

Per ulteriori informazioni e per la trasmissione delle richieste di contributo, occorre rivolgersi all’Informafamiglie e Bambini presso le due sedi del Centro per le Famiglie: all’interno del Centro Civico Farnesiana alla Galleria del Sole, il lunedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12, il mercoledì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30 (tel. 0523-492380); in via Torricella 7/9, nel Quartiere Roma, il martedì dalle 9 alle 12 (tel. 0523-385318).