Pasqua a Rimini. Aperti musei, Domus del Chirurgo e mostre

comune di Rimini logoRIMINI – Pasqua 2016 riserva ai turisti e ai cultori dell’arte e dell’archeologia l’occasione per conoscere e apprezzare, anche nei giorni di Pasqua e Pasquetta, il patrimonio storico artistico della città di Rimini. La Domus del chirurgo, il Museo della Città, il Museo degli Sguardi e la FAR resteranno aperti nelle Festività per offrire una quanto più ampia opportunità di visitare le collezioni permanenti e le esposizioni temporanee.

La Domus del Chirurgo nella centrale piazza Ferrari – una piccola Pompei nel cuore di Rimini – resterà aperta negli stessi orari del Museo della Città “Luigi Tonini” (da martedì a sabato 8,30-13, 16-19, Pasqua (domenica 27) e lunedì dell’Angelo (28 aprile) orario continuato 10 – 19

Il Museo si propone con le sue collezioni permanenti: la Sezione archeologica, un itinerario nella storia più antica di Rimini, ricca di preziose testimonianze quali gli splendidi mosaici dalle domus di epoca romana, oltre ai reperti provenienti dalla Domus del chirurgo e la suggestiva ricostruzione dell’ambulatorio medico; la Sezione Medievale e Moderna con le testimonianze pittoriche, dalla Scuola del Trecento riminese ai dipinti realizzati per la corte malatestiana, alle dense atmosfere di Guido Cagnacci e degli altri pittori barocchi.

Fino a lunedì 28 marzo il Museo della Città ospita, nello spazio per le esposizioni temporanee al I piano, la mostra Scritto in un giardino. Lucia Baldini – Stefano Mina, una bi-personale sul tema del paesaggio, con opere pittoriche legate alle recenti ricerche artistiche dei due autori. L’ingresso alla mostra è libero.

I visitatori durante il ponte pasquale potranno visitare inoltre le esposizioni temporanee, a ingresso libero, allestite nella cornice degli antichi palazzi comunali in piazza Cavour:

FAR | Fabbrica Arte Rimini

Dal 5 marzo al 3 aprile 2016 la galleria d’arte moderna e contemporanea riminese accoglie una mostra congiunta che allinea due artisti, due progetti e due curatori.

Si intitola All In, la mostra di Simone Bergantini, a cura di Salvatore Davì e Lontano la mostra di Davide Tranchina a cura di Marinella Paderni.

All In è un progetto nato dall’osservazione del mondo digitale all’interno di una società che muta, ma che contemporaneamente resta aggrappata alle origini. Si tratta di uno sguardo che seziona le macchine del web, trasformate in fibra emotiva, in armatura del sentimento collettivo.

L’esperienza del giorno e della notte, le luci e le ombre del tempo che modellano i corpi del mondo, la fotografia come memento che coglie l’incanto e l’irripetibilità delle cose, preservandole dalla perdita e dall’oblio, compongono la visione corale della nuova personale di Davide Tranchina dal titolo Lontano.

Orario (compresi Pasqua e lunedì dell’Angelo): 10-13 / 16-19. Ingresso libero

La Pasqua e la tradizionale gita di Pasquetta invitano a risalire il colle di Covignano e a visitare il Museo degli Sguardi (via delle Grazie, 12; Pasqua (domenica 27) e lunedì dell’Angelo (28 aprile) 15.30-18.30; mercoledì e sabato 8.30-13.00. Ingresso libero). Nella cornice settecentesca di Villa Alvarado, collezioni etnologiche di Africa, Oceania, America e Asia raccontano mondi lontani in un percorso che privilegia lo sguardo antropologico dell’Europa.

Info: www.museicomunali.it