Parte la “Sfida del Cubo di Ghiaccio” a Rimini 3-14 maggio

RiminiRIMINI – La manifestazione “Sfida al Cubo di Ghiaccio – Rimini” è stata presentata a Rimini nella mattinata di lunedì 30 aprile lla presenza dell’Assessore Mattia Morolli, Scuola e Politiche Educative Comune di Rimini, Dott. Marco Mini, Ing. Sergio Pesaresi e Per.Ind. Simone Marcaccini dello staff organizzativo del Cubo di Ghiaccio Rimini.

L’evento “Sfida del Cubo di Ghiaccio” è un simpatico pretesto, già utilizzato in altre città italiane e ogni volta con modalità differenti, per parlare ai cittadini di una edilizia nuova, rispettosa dell’ambiente e capace di assicurare un miglior comfort agli abitanti associato ad una bolletta energetica più economica. Quest’anno la “Sfida del Cubo di Ghiaccio” viene proposta, per la prima volta, a Rimini dal comitato organizzativo formato dal Dott. Marco Mini, l’Ing. Sergio Pesaresi e il Per.Ind. Simone Marcaccini.

  • Dal 3 al 14 maggio la manifestazione approderà a Rimini in piazza Cavour dove verranno installate due cabine da spiaggia in legno, una “tradizionale” e una “ecosostenibile”, all’interno di ognuna delle quali sabato 5 maggio verrà posizionato un cubo di ghiaccio di un metro di lato (1 metro cubo che pesa circa 950 kg). Le due cabine saranno lasciate in piazza per otto giorni e monitorate quotidianamente per verificare l’andamento delle temperatura interne, parametro che è alla base del comfort abitativo di un edificio. Domenica 13 maggio verranno aperte le cabine e verrà pesato il ghiaccio rimasto in ognuna di esse per verificare quanto gli interventi realizzati abbiano influito sulla mitigazione della temperatura interna della cabina di prova, “ristrutturata” e resa ecosostenibile attraverso l’applicazione degli accorgimenti tecnici proposti dalle normative tecniche regionale, statale ed europea e dagli istituti di ricerca quali CasaClima di Bolzano e il Passivhaus di Darmstadt.
  • “Ripensare la casa per vivere meglio e… salvare il pianeta”: il surriscaldamento globale è causato prevalentemente dagli scarichi dei fumi degli impianti di riscaldamento e di raffrescamento delle case alimentati da combustibili fossili. Diminuire in maniera sostanziale l’energia necessaria a riscaldare e a raffrescare le abitazioni è la possibile via d’uscita: questa manifestazione nasce proprio con l’intento, originale e divertente, di dimostrare, come hanno fatto da tempo l’Agenzia CasaClima di Bolzano e l’Istituto Passivhaus di Darmstadt, che oggi è possibile realizzare edifici che utilizzano solo energie rinnovabili, senza emettere fumi e CO2, con una bolletta energetica decisamente più bassa, ottenendo in cambio un comfort abitativo decisamente migliore.
  • Perché Rimini? Rimini sa accettare le sfide, anche le più difficili, e trova sempre le modalità per vincerle: “riminizzare” deve diventare sinonimo di una città che ha deciso di essere verde, ecosostenibile e più vivibile per i suoi cittadini e più attraente per i turisti.
  • Programma della manifestazione dal 3 al 14 maggio: il 3 maggio saranno collocate le due cabine in piazza Cavour, il 5 maggio i due grandi cubi di ghiaccio saranno inseriti nelle cabine, mentre il 13 maggio saranno riaperte le cabine. Nel frattempo la manifestazione prevede un ricchissimo programma di eventi, dodici giorni di appuntamenti quotidiani dedicati a diverse tematiche come clima, scienza, case innovative e sostenibilità ambientale, con un punto informazione per i cittadini e approfondimenti pomeridiani – “due chiacchiere in salotto”- in compagnia di esperti che racconteranno le modalità per realizzare edifici a bassa energia e per rendere efficienti e confortevoli gli edifici. Inoltre sono previsti cinque importanti convegni serali: venerdì 4 maggio c/o Innovation Center ore 20.30 “Cambiamento climatico, effetto serra” con Antonello Pasini, fisico CNR; lunedì 7 maggio c/o Sala Cineteca ore 20.30 “Ripensare la casa per cambiare il mondo” con Ing. Sergio Pesaresi, Logicagotica; mercoledì 9 maggio c/o Sala Cineteca ore 20.30 “Concetti base di un edificio ad energia zero” con Ing. Sergio Pesaresi, Logicagotica, e Tommaso Morelli, direttore Anthea; venerdì 11 maggio c/o Innovation Center ore 20.30 “Gli impianti di una casa ad energia zero” con Ing. Matteo Rondoni, agenzia CasaClima di Bolzano; lunedì 14 maggio c/o Sala Cineteca ore 20.30 “Progettare la città sostenibile” con Arch. Donata Bancher, Agenzia CasaClima di Bolzano.