“Parole diverse”: a Cesena incontro con la scrittrice Michela Murgia

Venerdì 16 dicembre, ore 18, nel Palazzo del Ridotto (Sala Sozzi)

logo-comune-cesenaCESENA – Oggi, venerdì 16 dicembre, alle ore 18, a Palazzo del Ridotto, la scrittrice Michela Murgia parlerà di “Questioni femminili e gestione della resistenza”. A dialogare con lei ci sarà Emiliano Visconti.
Si tratta dell’evento conclusivo della rassegna “Parole diverse: libri, autori e musica per riflettere insieme sulle differenze”, promossa dall’Assessorato alle Politiche delle Differenze del Comune di Cesena e dall’Asp Cesena-Valle Savio in collaborazione con Rapsodia Libri Eventi e Assessorato alla Cultura.
Ingresso libero.

Nata nel 1972 a Cabras (in provincia di Oristano), Michela Murgia ha esordito nel 2006 con il suo primo romanzo autobiografico “Il mondo deve sapere”, diario tragicomico di un mese di lavoro in un call center che ha ispirato il film di Paolo Virzì “Tutta la vita davanti”.
Per Einaudi ha pubblicato nel 2008 “Viaggio in Sardegna. Undici percorsi nell’isola che non si vede” e nel 2009 il romanzo “Accabadora”, vincitore della sezione narrativa del Premio Dessì nello stesso anno e del Premio Campiello nel 2010.
Nel 2011 per Einaudi ha pubblicato “Ave Mary. E la chiesa inventò la donna”, mentre un anno dopo, sempre per Einaudi, sono usciti “L’incontro” e un racconto all’interno dell’antologia “Presente”(con Andrea Bajani, Paolo Nori e Giorgio Vasta).
Nel 2013 ha pubblicato per Laterza “L’ho uccisa perché l’amavo: falso!”, testo contro il femminicidio scritto a quattro mani con Loredana Lipperini. Fra i suoi libri più recenti, il romanzo “Chirù” (2015) e il pamphlet  “Futuro interiore” (2016), sui temi dell’identità, del potere e della democrazia.