A Parma questa sera “Verdi, fra la Terra e il popolo”

Venerdì 9 Dicembre, alle ore 21, incontro con Sebastiano Rolli e con il Coro Renata Tebaldi nella Sala dei Concerti della Casa della Musica

rolli-pngPARMA – Venerdì 9 Dicembre nella Sala dei Concerti della Casa della Musica alle ore 21 Sebastiano Rolli e il Coro Renata Tebaldi ci guideranno in un affascinante viaggio fra ispirazioni contadine e note d’opera intitolato “Verdi, fra la Terra e il popolo”.
Verdi e la Terra è un binomio che presenta un ventaglio di argomenti e affinità molto vasto. Verdi è stato un compositore legato alla terra sia dal punto di vista fisico che spirituale. E’ il sempre sotteso sentimento popolare ad improntare la produzione del compositore. E’ il contatto con la campagna, con gli elementi naturali, con il peso della materia che caratterizza personaggi entrati a far parte della condivisa cultura italiana. Il sentimento popolare in Verdi, vuole coniugare il Demòs con l’Aristòs: ossia vuole elevare, parlandone la stessa lingua, il popolo. Il grande bussetano ha amato dichiararsi Agricoltore al primo censimento d’Italia, e vantava una delle più avanguardistiche aziende agricole del Nord. Gianandrea Gavazzeni ha notato che le opere dei compositori italiani potrebbero essere ambientate nel paesaggio a loro famigliare: la campagna lombarda per Donizetti e quella Emiliano – Lombarda per Verdi. Il percorso vuole evidenziare le affinità tra la terra di Sant’Agata e il Maestro; tra il popolo Emiliano-Lombardo e il Maestro; tra la cultura che nasce dalla campagna e il Maestro. Sarà attraverso Nabucco, I lombardi alla prima crociata, Rigoletto, Otello, Messa da Requiem che percorreremo le carraie e i sentieri lungo i fossi che dalle Roncole portano a Parigi, a Milano, a San Pietroburgo, al Cairo, a Londra, per ritornare fatalmente alla nebbia di Busseto, alla calura di Sant’Agata.
Sebastiano Rolli inizia giovanissimo ad occuparsi di musica con il padre direttore di coro.
Dopo gli studi di Musica da camera e Composizione presso i Conservatori di Parma e Milano e di drammaturgia musicale con Marcello Conati, intraprende la carriera di direttore d’orchestra evidenziandosi come uno dei più interessanti interpreti della propria generazione. Il Coro “RENATA TEBALDI” nato nel 2006 si colloca nel panorama locale e nazionale delle formazioni corali liriche, ed ha come finalità la diffusione della cultura musicale, svolgendo un’attività incentrata su esecuzioni che attingono principalmente al repertorio melodrammatico verdiano ed italiano.

“Verdi, fra la Terra e il popolo” è ad Ingresso gratuito e rientra nell’ambito della Rassegna “le Voci della Terra” a cura del Maestro Gianluigi Giacomoni, promossa e organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica, in collaborazione con AERCO – Associazione Emiliano Romagnola Cori (delegazione di Parma), Coro Storie dai Monti, Associazione San Benedetto, Cineteca di Bologna.
Per informazioni: Casa della Musica- Piazzale San Francesco 1 – 43121 Parma – Tel. 0521/031170; email: infopoint@lacasadellamusica.it

Sebastiano Rolli
Nato nel 1975 inizia giovanissimo ad occuparsi di musica con il padre direttore di coro.
Dopo gli studi di Musica da camera e Composizione presso i Conservatori di Parma e Milano e di drammaturgia musicale con Marcello Conati, intraprende la carriera di direttore d’orchestra evidenziandosi come uno dei più interessanti interpreti della propria generazione.
Negli ultimi anni ha avviato collaborazioni con l’Orchestra sinfonica “Giuseppe Verdi” di Parma, l’Orchestra Stabile dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini”, l’Orchestra sinfonica di Sanremo, l’Orchestra “Gianandrea Gavazzeni” di Brescia, l’Orchestra “Gioacchino Rossini” di Pesaro, l’Orchestra del Teatro Donizetti di Bergamo, l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona, l’Orchestra regionale del Veneto, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova,  l’Orchestra Nazionale Morava, l’Orchestra Nazionale Slovena, l’Orchestra nazionale di Tenerife, l’Orchestra Martinu in diverse produzioni liriche, sinfoniche e incisioni discografiche.
Il suo repertorio vede titoli quali Il trovatore, La traviata, Rigoletto, Aida, Attila, Nabucco, Il barbiere di Siviglia, Le nozze di Figaro, Il tabarro, Cavalleria rusticana.
Nella stagione 2011/12 ha diretto con grande successo le produzioni di Macbeth alla Slovak National Opera di Bratislava e di Maria Stuarda al Teatro Sociale di Rovigo e al Teatro Donizetti di Bergamo.
Ha inaugurato la stagione 2013/14 con i grandi successi di Il trovatore e Maria di Rudenz (di cui è in uscita il DVD presso Bongiovanni) al Teatro Donizetti di Bergamo. In seguito ha diretto Falstaff al Teatro Verdi di Busseto per il Festival Verdi del bicentenario con Renato Bruson e Maria Staurda al Teatro Filarmonico di Verona con Mariella Devia, Sonia Ganassi e Gezim Myshketa. Dal 2012 inaugura regolarmente il Petr Dvorsky Festival di Jaromerice.
Negli ultimi anni ha diretto: Torquato Tasso al Teatro Donizetti di Bergamo e un recital alla Concert Hall di Dublino con Juan Diego Florez e la RTÉ National Symphony Orchestra; I Puritani alla Slovak National Opera di Bratislava; Anna Bolena all’Opera di Tenerife; Requiem di Fauré e Quattro pezzi sacri di Verdi al Teatro Lirico di Cagliari, Suor Angelica e Gianni Schicchi all’Opera di Tirana; Die Lustige Witwe  al Lirico di Cagliari; La Cenerentola e Pierino e il lupo al Filarmonico di Verona e Lucia di Lammermoor al Regio di Parma e a Savona; una tournée con Juan Diego Florez in Messico e Perù, Dublino e Granada e La Sonnambula a Catania

Fra i suoi successi più recenti: il Requiem di Verdi a Madesano con il Teatro Regio di Parma; Rosmonda d’Inghilterra al Maggio musicale fiorentino e a Bergamo. Fra i suoi prossimi impegni: Norma a Tenerife, una tournée con il Maggio musicale fiorentino in Oman dove dirigerà L’italiana in Algeri e Il barbiere di Siviglia di Rossini, quindi La traviata a Palazzo Pitti a Firenze sempre con il Maggio musicale fiorentino.

Fra le sue numerose pubblicazioni, due studi critici su: “Giuseppe Verdi. I maestri del melodramma” e “Giuseppe Di Stefano. I suoi personaggi” per ‘Azzali Editori’. Viene regolarmente invitato da Istituzioni musicali e Conservatori a tenere master class di approfondimento sull’interpretazione verdiana o sulla musica corale . E’ stato docente di interpretazione dello spartito e dizione vocale per cantanti.

Coro Renata Tebaldi

coro_renata_tebaldi-pngL’Associazione, nata nel 2006 per volontà di un gruppo di appassionati coristi, insieme al Maestro Sebastiano Rolli, si colloca nel panorama locale e nazionale delle formazioni corali liriche, ed ha come finalità la diffusione della cultura musicale, svolgendo un’attività incentrata su esecuzioni che attingono principalmente al repertorio melodrammatico verdiano ed italiano.

Il Coro “Renata Tebaldi” è da sempre diretto dal Maestro Sebastiano Rolli, la cui notevole preparazione musicale e la provata esperienza in direzione d’orchestra e corale – largamente riconosciute nei più importanti panorami musicali e teatrali – hanno permesso
alla Corale di acquisire uno stile di esecuzione che si caratterizza per la raffinatezza ed il colore dell’espressione, nonché per l’elevata fusione vocale.

L’organico maschile e femminile, arricchito dalla presenza di alcuni solisti dalle spiccate doti tecniche ed interpretative, consente al collettivo di esibirsi in concerti di musica lirica e sacra, sia nell’ambito di manifestazioni e celebrazioni pubbliche, sia in occasioni di importanti Festival musicali di rilevanza nazionale e internazionale, ed ancora in diverse opere liriche verdiane e non solo. L’Associazione Coro “Renata Tebaldi”, inoltre, ha promosso la realizzazione di alcune innovative proposte artistiche imperniate sulla formula della “lezione concerto”, creata e condotta dal Maestro Sebastiano Rolli, dove il connubio fra musica, canto e parola crea un’atmosfera di intenso coinvolgimento del pubblico in una esperienza di alto profilo culturale.