Parma, “Meraviglioso realismo alla Nanoscala”

La conferenza è in programma lunedì 30 novembre nell’Auditorium comune di Parma logodi Palazzo del Governatore (piazza Garibaldi)

PARMA – Lunedì 30 novembre, alle ore 15, nell’Auditorium di Palazzo del Governatore (piazza Garibaldi), si terrà la conferenza Meraviglioso realismo alla Nanoscala di Alberto Diaspro, Direttore del Dipartimento di Nanofisica dell’Istituto Italiano di Tecnologia.

Meraviglioso realismo nasce, come idea relativa alla figurazione del vivente su una scala molecolare o nanoscala attraverso la microscopia ottica, dall’incrocio dei termini “reale meraviglioso” e “realismo magico”. Il realismo, inteso come corrente pittorica degli anni quaranta, tende ad una rappresentazione sociale della realtà. Il termine meraviglioso cambia la marcia delle modalità di riproduzione figurata di ciò che è reale ed è resa possibile da quel connubio vincente della luce con “la strumentazione” che ha portato alla nanoscopia ottica.

La microscopia ottica, l’uso della luce visibile per osservare il vivente ad un dettaglio più fine di quello accessibile all’occhio nudo, permette da almeno 350 anni di vedere, studiare, analizzare i meccanismi del vivente ad una scala cellulare e subcellulare. Tuttavia, come insegna Feynman nella sua memorabile lettura al Caltech del 1959, i giochi si fanno ad una scala molto più piccola. Quello che avviene al miliardesimo di metro, basti pensare al DNA e alle proteine, influenza il funzionamento delle cellule, degli organi e dei tessuti, dunque di donne e uomini, fino alla scala del metro. Incredibile poter osservare ciò che avviene “là in fondo”, mentre avviene, fino a qualche anno fa. Oggi, da circa 25 anni, questo è via via sempre più possibile, anzi è ciò che succede. Allora, il reale mondo dove si consumano le strategie del vivente per evolvere può essere osservato, usando quella luce che accompagna le nostre giornate, molecola per molecola alla nanoscala appunto.

La meraviglia per questo spettacolo è tanta, la dilatazione del senso di meraviglia è grande e questo non può fare altro che aumentare il rispetto per ciò che ci circonda. Racconteremo dunque dell’avventura che ci ha portato a questo meraviglioso realismo alla nanoscala e di come questo potrà migliorare la qualità della vita per donne e uomini che, in media, vedono innalzata la loro aspettativa di vita di circa tre mesi ogni anno che passa.

La conferenza di Alberto Diaspro rappresenta il quinto appuntamento del ciclo di conferenze divulgative sulla luce previste nell’ambito degli eventi per l’Anno Internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla luce – IYL2015, promossi dall’Università di Parma con la co-organizzazione di Comune di Parma e IMEM–CNR e realizzati in sinergia con numerosi altri soggetti e istituzioni.

Il ciclo di conferenze proseguirà mercoledì 2 dicembre, sempre all’Auditorium del Palazzo del Governatore, alle ore 15, con la tavola rotonda La visione dei colori nell’uomo: psicofisica, fisiologia, percezione, alla quale prenderanno parte Claudio Oleari, Claudio Macaluso e Nicola Bruno, docenti dell’Università di Parma.

Chiude la serie di incontri Martin Chalfie della Columbia University di New York, premio Nobel per la Chimica 2008 per i suoi studi sulla Green Fluorescent Protein, con la conferenza GFP: Lighting Up Life. L’appuntamento è per giovedì 17 dicembre, nell’Aula Magna dell’Università alle ore 11.