Parma: Le uova di Pasqua per la campagna AIL

2017 03 31 Rossi AilPARMA –  L’Ail, Associazione italiana contro le leucemie, come ogni anno promuove la vendita di uova di Pasqua, sotto l’alto Patrocinio del Presidente della Repubblica, per la raccolta fondi a sostegno della cura dei tumori.

Ne hanno parlato, questa mattina, durante la conferenza stampa di presentazione, l’assessore al welfare Laura Rossi ed il professor Vittorio Rizzoli, presidente di Ail Parma.

L’invito da parte di entrambi è stato quello di partecipare alla raccolta fondi acquistando le uova di Pasqua Ail che saranno messe in vendita nei due prossimi fine settimana.

“Abbiamo accolto con slancio la proposta di Ail di patrocinare questa campagna – ha spiegato l’assessore Laura Rossi – nella consapevolezza che la ricerca è fondamentale per il nostro domani soprattutto in questo campo”.

Il professor Vittorio Rizzoli, presidente Ail Parma, ha ricordato le diverse iniziative di sostegno alla ricerca che Ail Parma sta sostenendo a livello territoriale ed ha rimarcato l’importanza di questa campagna per finanziare tali progetti, invitando tutta la cittadinanza ad aderire.

La campagna inizia oggi, 31 marzo, e proseguirà l’1 e il 2 e l’8 e 9 aprile in città e in provincia. A Parma le uova saranno in vendita nei pressi della chiesa di Santa Maria degli Angeli, in via Farini dove i volontari, come in circa 2000 piazze in tutta Italia, i volontari offriranno un uovo di cioccolato in cambio di un’offerta.

Con i fondi raccolti negli anni passati è stato possibile finanziare la ricerca, migliorare le cure, sostenere i pazienti, acquistare materiali, strumenti e farmaci, garantire l’assistenza a domicilio per i più bisognosi.

Sul sito www.ail.it/eventi-e-manifestazioni/uova-di-pasqua/ricerca-piazze-per-cap gli altri punti vendita in provincia.

I ricercatori del centro ricerche Ail Parma ed Ematologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria dal 2005 hanno continuato a lavorare. Da queste ricerche è nata la «medicina di precisione» che modifica le cellule staminali ammalate. Sarà questo il passo futuro per la cura delle malattie del sangue. Gli Stati Uniti sono all’avanguardia ed appoggiano il progetto “Precision Medicine Initiative”.

I ricercatori di Ail Parma sono Valentina Marchica, Chiara Schifano, Annalisa Todaro e Paola Storti: si sono preparate per questa sfida ed hanno grandissima necessità di fondi per proseguire e sviluppare queste ricerche.