Parma: Lavori di riqualificazione dell’area denominata “Parco di via Tiepolo”

Via libera della Giunta Comunale al progetto di fattibilità per l’intervento che avverrà a cura del soggetto promotore: “Comitato Via Toscana Svegliati”

municipio11PARMA –  Via libera della Giunta Comunale, su proposta dell’assessorato ai lavori pubblici, al progetto di fattibilità relativo all’Intervento di riqualificazione dell’area denominata “Parco di via Tiepolo”. L’intervento nasce dalla sinergia tra pubblico e privato e prende spunto proprio da una proposta del locale Comitato che ha presentato istanza al Comune per interventi di recupero e riqualificazione dell’area verde a proprie spese. Si tratta di un’era verde pubblica in cui il privato può operare secondo, però, le previsioni di legge e dopo aver sottoscritto un’apposita convenzione con il Comune che norma i rapporti tra i due. Le opere avverranno a cura e spesa del soggetto promotore “Comitato Via Toscana Svegliati”, con cui è stata, quindi, sottoscritta un’apposita convenzione che regola i rapporti tra Comune e Comitato stesso.

Il progetto di fattibilità contempla la fornitura e posa di pali per la pubblica illuminazione, la fornitura e posa di fontanella, delle reti di adduzione e predisposizione allacci con costi che superano di poco i 12 mila euro. I lavori di recupero del parco avranno una durata di sei mesi e nascono dalla sinergia tra pubblico e privato.

Il comitato di quartiere “Via Toscana Svegliati”, infatti, tramite il presidente Francesco Carpi, ha presentato, a maggio, la propria proposta di riqualificazione dell’area verde denominata: “Parco di via Tiepolo”. E’ stato, quindi, predisposto apposito schema di convenzione da parte del Settore Lavori pubblici e Patrimonio, attinente l’intervento proposto, con l’obiettivo di permettere all’Amministrazione di valutare il progetto di fattibilità al fine di poterne acconsentire la realizzazione. Il Comitato si è, pertanto, impegnato a prendere in carico l’area necessaria alla realizzazione dell’opera dal momento della sottoscrizione della convenzione e ad assumere il ruolo di “committente” e “responsabile dei lavori” ai sensi della normativa vigente, realizzando l’intervento in prima persona. E proprio in base alla convenzione stipulata, il Comitato si è impegnato ad affidare i lavori a soggetti che hanno i requisiti di legge, inoltre tutti gli incarichi tecnici saranno affidati a figure regolarmente abilitate all’esercizio della libera professione e in possesso delle necessarie competenze tecniche corrispondenti alla tipologia dei lavori da eseguire.

Una volta realizzata l’opera, il Comitato procederà alla presentazione delle certificazioni necessarie a comprovare la regolare e corretta esecuzione dei lavori eseguiti. A seguito di tale verifica conclusiva, se tutto sarà in regola, verrà dato luogo alla restituzione dell’area e alla cessione gratuita delle opere al Comune.