Parma, Controlli in materia di raccolta differenziata dei rifiuti nel quartiere Pablo

Emesse 3 sanzioni. Proseguono i controlli sulle micro discariche con la pulizia di una dozzina di aree

PARMA – I controlli sul corretto conferimento dei rifiuti hanno riguardato, la scorsa settimana, il quartiere Pablo ed hanno portato all’emissione di 3 sanzioni. Proseguono, poi, i controlli delle micro discariche con vari interventi di pulizia.

I controlli nel quartiere Pablo hanno interessato via Gramsci, via Rubini e via Pesenti ed hanno riguardato l’esposizione del rifiuto residuo, per utenze domestiche e non domestiche. Su un totale di 273 utenti, sono stati verificati 45 conferimenti ed emesse 3 sanzioni. E proseguita l’attività di sensibilizzazione e controllo dei nuclei familiari che non hanno ancora ritirato il kit dei rifiuti.

L’attività svolta congiuntamente dagli agenti del corpo della polizia municipale e dagli ispettori Iren ha riguardato anche il monitoraggio delle micro discariche abusive. Sono state ripulite diverse aree, fra cui: il polo Forlanini, strada Argini, strada Nuova Naviglio, strada principale Beneceto, strada Traversetolo, via Barbacini, via Boraschi, via Keplero, via Liani, via Mercatore, via Serra e via Tartaglia. Fra i materiali rimossi risultano esserci enternit, materiali ingombranti e pericolosi, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche ed anche inerti come cemento e mattoni.

Questa settimana i controlli interesseranno i Quartieri Molinetto e Oltretorrente.

I controlli in materia di raccolta differenziata dei rifiuti hanno come obiettivo quello di scongiurare gli abbandoni e intendono correggere i comportamenti sbagliati in tema di conferimento dei rifiuti stessi. Da circa sei mesi i vigili ambientali del Comune e il personale di Iren hanno avviato azioni di controllo sistematico nelle diverse zone della città per verificare tempi e modalità di esposizione dei rifiuti, sanzionare i comportamenti irregolari e fare formazione. Nello specifico, i casi di conferimenti scorretti vengono segnalati tramite adesivi affissi su contenitori o sacchi e, se possibile, cercando un contatto con il proprietario ai fini di una corretta informazione, prima di procedere eventualmente a sanzionare gli utenti per cui è stata rilevata un’infrazione.