Parma: Attivate le procedure per il risarcimento danni da alluvione

alluvione-parma-fotoPARMA – Con Ordinanza n. 374 emessa il 16 agosto 2016 il Dipartimento della Protezione Civile ha definito le “Disposizioni operative per l’attivazione dell’istruttoria finalizzata alla concessione di contributi a favore di soggetti privati e attività economiche e produttive ai sensi dell’art. 1, commi 422 e 428 della L.208/2015, relativamente agli eventi calamitosi verificatesi nel territorio della Regione Emilia Romagna”.

Tale ordinanza per la città di Parma si riferisce alla dichiarazione di stato d’emergenza in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio delle Province di Parma e Piacenza nei giorni 13 e 14 ottobre 2014 e cioè durante l’esondazione del torrente Baganza.

Si specifica che in questa fase verranno raccolte solo le domande dei soggetti privati che hanno subito danni alle abitazioni ed ai beni mobili in esse contenuti. Successivamente la Regione Emilia Romagna definirà le modalità per la presentazione delle domande per coloro che hanno subito danni alle attività economiche e produttive.

I contributi devono essere chiesti tassativamente entro il 29 settembre prossimo e per gli immobili siti a Parma la domanda va presentata agli sportelli del Direzionale Uffici Comunali (DUC).

“Valutata la documentazione da presentare nei brevi tempi fissati dall’Ordinanza del Dipartimento della Protezione Civile – dice l’Assessore Alinovi – consapevoli delle difficoltà che incontreranno coloro che dovranno esaminare gli atti e predisporre la richiesta di risarcimento danni, il Comune di Parma al fine di agevolare la predisposizione delle istanze, si è tempestivamente attivato per fornire le informazioni e organizzare supporto e assistenza tecnica ai propri cittadini”.

La documentazione e i moduli da compilare saranno resi disponibili nei prossimi giorni on-line sul sito del Comune di Parma www.comune.parma.it e depositati presso il Polo Sociale Montanara.