Parma, Consiglio provinciale

Provincia di ParmaNella seduta di oggi ha approvato lo schema di convenzione tra i tre Enti. Ratificato anche il Protocollo d’Intesa per il recupero e la valorizzazione della Via degli Scalpellini, dei Salti del Diavolo, della Via Francigena e dei sentieri della Val Baganza

PARMA – Il Consiglio Provinciale si è aperto con l’interpellanza del consigliere Conti sui disservizi derivanti dalla consegna della posta a giorni alterni in alcuni Comuni del Parmense. Conti ha chiesto che il Presidente si faccia portavoce presso Poste italiane per lamentare le lacune nel progetto, la grave carenza di personale e gli atteggiamenti vessatori verso i dipendenti, già denunciati dai sindacati.

Fritelli ha risposto che dopo avere incontrato nei giorni scorsi Comuni e sindacati, con cui si è verificata totale sintonia, ha già inviato una lettera di richiesta di incontro a Poste italiane. Nel frattempo, ha informato ancora Fritelli, è arrivata anche una comunicazione della vice presidente della Regione Saliera, che dà conto dell’interessamento regionale sul tema. Quindi nei prossimi giorni Provincia e Regione chiederanno un incontro congiunto ai responsabili di Poste Italiane.

Conti manifesta poi interesse e condivisione per la richiesta di costruzione del casello dell’autostrada A15 a Collecchio, già portata avanti nei giorni scorsi dagli amministratori locali, ed utile per tutta le viabilità pedemontana, poiché permetterebbe di eliminarvi il traffico pesante e sarebbe anche di aiuto per i pendolari. La proposta è stata condivisa sulla stampa anche dal Delegato Serpagli. “Però bisogna pensare anche alle strade di montagna, percorse quotidianamente dai pendolari, che sono alquanto precarie – afferma ContiDal punto di vista stradale ci sono due Province, sempre più lontane”.

Bianchi interviene sul casello, dicendosi favorevole. Ricorda però che la costruzione spetta alla società autostradale, che attualmente non ce l’ha in programma. Una soluzione, secondo Bianchi, potrebbe profilarsi se le amministrazioni locali si facessero carico di una parte importante del costo.

Cantoni ricorda che l’ultima grande opera in montagna è stata la Fondovalle Val Taro e che da allora c’è stato un sistematico deterioramento della viabilità montana, e chiede che il Consiglio faccia uno specifico focus sul problema.
Fritelli auspica che entro il mese si arrivi all’approvazione del bilancio, in cui saranno certamente previste risorse per la viabilità della montagna.

Il Presidente rivolge un augurio di buon lavoro a tutti gli amministratori eletti nei Comuni che sono andati al voto, quindi comunica che da oggi cessa la presenza in Consiglio del consigliere Gianni Guido Bellini, in quanto non più amministratore comunale, e lo ringrazia pubblicamente per l’importante lavoro svolto come Vice presidente.

Quindi il Consiglio ha approvato all’unanimità la presa d’atto del Protocollo d’intesa per la promozione turistica, il recupero e la valorizzazione ambientale del sentiero attrezzato “Via degli scalpellini” del geosito “Salti del Diavolo”, della Via Francigena e dei “Sentieri della Val Baganza”, sottoscritto lo scorso 29 marzo tra il Presidente della Provincia di Parma ed i Sindaci dei Comuni di Berceto, Calestano e Terenzo.

Il Protocollo impegna i tre enti ad attivare ogni azione utile per reperire le risorse tecniche e finanziarie per promuovere interventi di valorizzazione della rete escursionistica della Val Baganza, ricostruire e ripristinare le attrezzature e la passerella pedonale sospesa sul Torrente Baganza danneggiate dall’alluvione del 13 ottobre 2014.Il coordinamento sarà assicurato dal Comune di Calestano.

Il tema è stato presentato dal Presidente Fritelli e sono intervenuti a sostegno della proposta i consiglieri Vescovi e Cantoni.

Fritelli ha quindi presentato lo schema Convenzione tra la Provincia di Parma, il Comune di Parma e il Comune di Salsomaggiore Terme per la gestione in forma associata della Segreteria Generale sino al 31 dicembre 2016. Poiché sia il Comune di Parma, sia il Comune di Salsomaggiore hanno la sede vacante di Segreteria generale, si è stabilito di garantire la copertura del servizio tramite l’attuale titolare della Segreteria provinciale di Parma Dott.ssa Rita Alfieri.

Il consigliere Cantoni esprime perplessità per la fase delicata che si sta aprendo per la Provincia, con la scadenza del Consiglio in ottobre. Massari rileva che non è facile trovare Segretari preparati e la competenza è più importante del tempo che viene dedicato ai singoli enti. La convenzione viene approvata con la sola astensione di Cantoni. La spesa del trattamento economico del Segretario generale sarà ripartita tra gli enti, e ciò consentirà un contenimento dei costi complessivi rispetto alla gestione separata, con un vantaggio economico per le tre Amministrazioni.

Infine, viene approvata all’unanimità una delibera tecnica: il riconoscimento di un debito fuori bilancio per liquidare il Sig. Carlo Scotti Rinaldi, in attuazione di una Sentenza del Giudice di Pace di Parma, per un danno causato da un cinghiale sulla Provinciale di Noceto.