Parma, Il 16 novembre Paolo Barilla per “Università e imprese per il Food”

L’iniziativa si svolge nell’ambito del Food Project d’Ateneo

PARMA – Continua il ciclo di conferenze “Università e imprese per il Food”, promosso uniparmanell’ambito del “Food Project d’Ateneo”, voluto dalla governance universitaria per rafforzare l’immagine e la reputazione dell’Ateneo nel campo della formazione e della ricerca per l’alimentare, eccellenza del territorio di Parma.

Dopo gli incontri della scorsa primavera con Francesco Pugliese, Amministratore Delegato e Direttore Generale di CONAD e Antonio Maselli, Presidente di Maselli Misure, questa è la volta di Paolo Barilla e Francesco Mutti.

Gli incontri destinati a studenti e docenti, si terranno alla presenza del Rettore Loris Borghi. I relatori, dopo aver presentato le problematiche gestionali della propria azienda e del comparto, esporranno le aspettative che si attendono, in termini di formazione universitaria, dai giovani che si propongono di entrare in azienda.

La prima conferenza si terrà mercoledì 16 novembre 2016, alle ore 10.30, presso il Plesso Didattico Congressuale Q02 del Campus, Parco Area delle Scienze, sul tema “Università e imprese per l’alimentare: caratteri e aspettative della grande industria”. Interverrà Paolo Barilla, Vicepresidente di Barilla SpA.

Paolo Barilla, Vice Presidente di Barilla S.p.A, ha ricoperto dal 1999 al 2000 anche l’incarico di Amministratore Delegato del Gruppo.

Vice Presidente di AIDI (Associazione Industrie Dolciarie Italiane) dal giugno 2009 al dicembre 2010, il 2 dicembre 2010 viene nominato Presidente della neo costituita Associazione Industriale AIDEPI Associazione delle Industrie Pastaie e Dolciarie Italiane.

Nel 2014 è stato nominato Vice Presidente della Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition e dallo scorso ottobre è il nuovo presidente dell’International Pasta Organisation (Ipo), una sorta di «Onu della Pasta» che sin dalla sua fondazione, nel 2005, si propone di promuovere e tutelare la cultura della pasta e del mangiar sano nel mondo.

Il “Food Project d’Ateneo” ha permesso di evidenziare il forte impegno dell’Università di Parma nella formazione in campo alimentare (due corsi di laurea triennale, due corsi di laurea magistrale, due master universitari, un corso di perfezionamento con, in totale, circa 400 nuovi iscritti all’anno) e nel campo della ricerca (tra il 2012 e il 2014 ben 145 progetti per circa 11 milioni di Euro di finanziamenti ottenuti da 12 Dipartimenti, di cui il primo è il Dipartimento di Scienze degli alimenti, e da 3 centri di ricerca, per il 60% su commessa da imprese del territorio di Parma e della Regione Emilia Romagna). Nell’anno accademico 2016-2017 ha preso avvio il nuovo corso di laurea triennale in “Food System: Sustainability, Management and Technologies”, organizzato dai Dipartimenti di Economia, Scienze degli Alimenti e Bioscienze dell’Ateneo.

Mercoledì 14 dicembre, alle ore 10.30, presso il Plesso Didattico Congressuale Q02 del Campus, Parco Area delle Scienze, seguirà la conferenza di Francesco Mutti, Amministratore Delegato Mutti SpA sul tema “Università e imprese per l’alimentare: caratteri e aspettative dell’industria agroalimentare”.