Parco urbano: nessun coniglio maltrattato. Stop a disinformazione e allarmismo

comune-di-forliFORLÌ – In merito alla polemica emersa nei giorni scorsi sui presunti maltrattamenti ai danni dei conigli del parco urbano “Franco Agosto”, l’Amministrazione comunale di Forlì, onde evitare la disinformazione in atto che continua a circolare in rete creando un inutile allarmismo, ritiene doveroso precisare che sono assolutamente false le notizie circa soppressioni e maltrattamenti, così come è destituito di ogni fondamento l’intento dell’Amministrazione di arrecare danno alla fauna in generale.

“E’ assolutamente falsa la notizia della mattanza, così come falsa è la notizia che i conigli siano stati soppressi o oggetto di maltrattamenti” afferma l’Assessore del Comune di Forlì con delega al Benessere Animale Sara Samorì.

“Come è stato più volte evidenziato, a fronte del rischio individuato dall’Asl Romagna, del parco urbano quale zona soggetta a possibile infezione di mixomatosi, il Comune ha effettuato tramite personale addetto le catture dei conigli attraverso un sistema a reti mobili per consentire all’Asl di effettuare i controlli sanitari opportuni. Le operazioni si sono svolte nel rispetto di tutte le procedure a garanzia del benessere degli animali, come documentato dalle relazioni del Servizio Veterinario dell’Asl.

Mi preme ribadire il concetto: nessun coniglio è stato soppresso, né maltrattato. Al contrario, ogni esemplare è stato preso in esame e visitato singolarmente dei veterinari. Tale operazione si effettua in primo luogo proprio per evitare che fra la popolazione dei conigli del parco si possa sviluppare un contagio che ne pregiudicherebbe la salute.

Le notizie sui social media sono pertanto fonte di allarmismo ingiustificato e prive di fondamento, in certi casi create ad arte, in altri probabilmente diffuse in buona fede ma senza che ciò diminuisca il procurato allarme relativamente a una questione che sta assumendo seri profili di illegalità. A tale riguardo l’Amministrazione ha avviato approfondimenti circa i contenuti diffusi in rete, gli autori e coloro che li diffondono, diffidando dal proseguire, e sta valutando ogni azione legale per tutelare la propria immagine e l’attività di controllo in chiave di prevenzione che viene svolta proprio a salvaguardia del benessere degli animali, a tutela del parco e contro lo sconsiderato abbandono degli animali. In questo momento siamo in attesa dei risultati ematici e delle relative considerazioni dell’Azienda Sanitaria in base alle quali verranno valutate, presentate e discusse le proposte ritenute necessarie. Di tali risultati sarà data informazione pubblica attraverso la stampa e i mezzi di comunicazione online del Comune”.