Omaggio a Jean Vigo con la proiezione di “L’Atalante”

Nuovo appuntamento con “Il cinema ritrovato al cinema” lunedì 15 gennaio, ore 21, al Cinema San Biagio (via Aldini, 24)

l_atalanteCESENA – Continua la rassegna “Il cinema ritrovato al cinema” con un omaggio al grande regista francese Jean Vigo, autore di soli quattro film e, nonostante questo, annoverato tra i massimi maestri del cinema.

Appuntamento lunedì 15 gennaio alle 21.00 al cinema San Biagio con la proiezione di “L’Atalante”, girato nel 1934 e restituito alla sua prima versione assoluta grazie al nuovo restauro curato da Bernard Eisenschitz e da Gaumont,

“L’Atalante” è un inno alla giovinezza eterna dell’amour fou: Jean gestisce una chiatta fluviale in una cittadina francese e, quando sposa Juliette, e la chiatta diventa la loro casa, condivisa con Jules, anziano marinaio che ha girato il mondo, e un aiutante.

Presto Juliette inizia a sentirsi a disagio a vivere in quell’angusto spazio galleggiante, e se ne va.

Jean è disperato e, pur di ritrovare la moglie, si sottopone a rituali di superstizione, come tuffarsi nel fiume ad occhi aperti.

Celebre proprio la scena di quel tuffo ad occhi spalancati che, accompagnato dalle note di “Because the Night” di Patti Smith, è rimasta impressa nella memoria delle giovani generazioni italiane, oltre ad introdurre da molti anni la notte cinéphile di Fuori Orario.

Ingresso 5 euro.

L’omaggio a Jean Vigo continua lunedì 22 gennaio con la proiezione del film “Zero in condotta”e del cortometraggio “A propos de Nice”.

Cinema ritrovato al cinema

A partire dal 2013 con il progetto “Cinema ritrovato al cinema”, la Cineteca di Bologna ha promosso la distribuzione di una serie di grandi film del passato in versione restaurata nelle sale dell’intero territorio nazionale.

In questo modo, i classici del cinema hanno ritrovato il grande schermo per un incontro vivo con il pubblico della sala cinematografica. Capolavori di ogni tempo sono tornate ad essere prime visioni: perché è solo la visione condivisa davanti a un grande schermo che può recuperare, di questi film, l’autentica bellezza visiva, l’emozione dirompente, e tutto il divertimento, il piacere, il brivido.