Omaggio a Emanuele Sirotti con la mostra “Una vita di scatti”

Omaggio a Emanuele Sirotti con la mostra Una vita di scattiL’inaugurazione venerdì 4 dicembre, ore 17 – Foyer del Teatro Bonci

CESENA – La mostra “Una vita di scatti” è un omaggio al grande fotografo cesenate Emanuele Sirotti, che per oltre 50 anni ha raccontato i grandi eventi del ciclismo (con incursioni anche nel calcio) attraverso le sue fotografie.

In esposizione al Teatro Bonci dal 4 dicembre al 10 gennaio 2016, ci saranno 150 scatti che ripercorrono la sua vita professionale dal 1976 al 2014, attraverso i momenti, le gare, i personaggi più significativi che immortalato con la sua macchina fotografica.

Gli appassionati di ciclismo – e non solo – troveranno in mostra le immagini di grandi campioni di varie generazioni: Felice Gimondi, Eddy Merckx, Francesco Moser, Giuseppe Saronni, Marco Pantani, Bernard Hinault, Gianni Bugno, Claudio Chiappucci, Miguel Indurain. Ma anche altri protagonisti indimenticabili come Alfredo Martini, Candido Cannavò, Franco Ballerini, Vincenzo Torriani, Adriano De Zan e tanti altri.

L’inaugurazione di “Una vita di scatti” è fissata per venerdì 4 dicembre alle ore 17.00.

La mostra potrà essere visitata dal martedì al sabato dalle ore 16:30 alle 19:00 e in occasione degli spettacoli in programmazione.

Nato nel 1937, Emanuele Sirotti ci ha lasciato nel giugno scorso. Pur essendo ragioniere e avendo lavorato per molti anni in un istituto di credito cittadino, fin da giovanissimo si avvicinò alle sue grandi passioni: la fotografia e il ciclismo. In un’intervista rilasciata nel 2011, lui stesso raccontava di aver scattato le prime fotografie nel ’50 con un apparecchio preso a noleggio e che in quello stesso anno andò sui Mandrioli coi fratelli a vedere il passaggio del Giro.

Nella sua longevissima carriera di fotoreporter ha seguito innumerevoli corse: è stato presente a 40 Giri d’Italia fra il 1975 e il 2014, a 25 Tour de France fra il 1979 al 2008, ha seguito 27 edizioni dei Mondiali di ciclismo fra il 1968 e il 2013. Senza dimenticare le grandi classiche in Italia e all’estero (Parigi-Roubaix, Giro delle Fiandre, Liegi-Bastogne-Liegi, Milano – Sanremo, Giro di Lombardia): fra il 1981 e il 2010 nel suo archivio fotografico ci sono quasi tutte.

Ma accanto al ciclismo, Emanuele Sirotti ha puntato il suo obiettivo anche sul calcio, seguendo a partire dagli anni Ottanta il Cesena.