Oggi modifiche alla viabilità a Ferrara per le cerimonie di insediamento dell’Arcivescovo Gian Carlo Perego

ferrara-palazzoducale_intFERRARA – Per consentire lo svolgimento delle cerimonie per l’insediamento a Ferrara dell’Arcivescovo Gian Carlo Perego, nella giornata di oggi, sabato 3 giugno, sono previste in città alcune modifiche alla viabilità.

Tra queste:

Piazzale San Giorgio da via Putinati a via Olivetani, (compreso il parcheggio a lato della Basilica): divieto di transito e fermata ambo i lati, ammessi gli autorizzati, dalle 12.00 alle 17.00 del 03/06/2017;

Via Pontino: divieto di transito ammessi autorizzati dalle 12.00 alle 17.00 del 03/06/2017;

Via Olivetani da Piazzale San Giorgio al c.n. 12 , ambo i lati istituzione del divieto di fermata, di transito e di strada a fondo chiuso, ammessi autorizzati dalle 12.00 alle 17.00 del 03/06/2017;

Via Olivetani da via Pontino al c.n. 12 istituzione di divieto di transito e strada a fondo chiuso ammessi autorizzati dalle 12.00 alle 17.00 del 03/06/2017;

Via Ferrariola: istituzione di divieto di fermata ambo i lati eccetto autorizzati dalle 12.00 alle 17.00 del 03/06/2017;

Corso Martiri della Libertà, Piazza Cattedrale istituzione del divieto di transito e di fermata dalle 13.00 alle 20,.del 03/06/2017;

Piazza Savonarola: divieto di transito e fermata eccetto autorizzati alla manifestazione con esclusione dell’area riservata ai portatori di handicap e revoca dell’area Taxi vigente, dalle ore 13.00 alle ore 20.00 del 03/06/2017;

Via Cairoli: istituzione del divieto di transito e di fermata dalle 13.00 alle 20.00 del 03/06/2017 eccetto autorizzati alla manifestazione e residenti

Inoltre tra le 14.45 e le 16.30 del 3 giugno 2017 è prevista la sospensione della circolazione per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo lungo il percorso: Casello Ferrara Sud, raccordo ss16, Via Ravenna (dall’uscita Ferrara Mare – Comacchio), Piazzale San Giorgio, Ponte San Giorgio, San Maurelio, Alfonso I D’Este, Piazzale Medaglie d’Oro, Corso Giovecca, Corso Martiri della Libertà.