Oggi doppia inaugurazione a Palazzo Pigorini delle mostre “ZHDAT’. Dalle Alpi alla Siberia. Paesaggi di oggi storie di ieri (1914 -1920)” di Fabio Pasini e “I volti dell’alienazione. Disegni di Roberto Sambonet”

parma2020PARMA – Sabato 3 febbraio 2018 si terranno a Palazzo Pigorini le inaugurazioni di due nuove mostre, organizzate con il patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, che resteranno allestite fino a domenica 11 marzo.

Alle ore 17.30, al primo piano, verrà inaugurata la mostra fotografica di Fabio Pasini, “ZHDAT’. Dalle Alpi alla Siberia. Paesaggi di oggi storie di ieri (1914 -1920)”, curata da Andrea Tinterri.

La Storia come momento di sintesi e la fotografia come forma di pacificazione: queste le linee guida di un viaggio disorientante, di una produzione fotografica che vede due tappe distinte, ma racchiuse all’interno di uno stesso racconto unitario: le Dolomiti e la Siberia, la montagna e il deserto di ghiaccio.

All’inaugurazione saranno presenti, l’artista Fabio Pasini, il curatore Andrea Tinterri e l’Assessore alla Cultura Michele Guerra.

A seguire, intorno alle ore 18.30 negli spazi del secondo piano, verrà inaugurata la mostra “I volti dell’alienazione. Disegni di Roberto Sambonet”, celebre pittore, designer e grafico italiano (Vercelli, 1924 – Milano, 1995), curata da Franco Corleone e Ivan Novelli e promossa dalla Società della Ragione Onlus, in collaborazione con l’Archivio Roberto Sambonet e StopOpg, con il patrocinio dell’AUSL di Parma.

La mostra, attraverso gli studi e i disegni realizzati da Sambonet nel manicomio di Juqueri in Brasile, racconta e indaga il complesso fenomeno del disagio mentale.

All’inaugurazione interverranno: Michele Guerra, assessore alla Cultura del Comune di Parma, Pietro Pellegrini, il direttore del dipartimento Salute Mentale dell’AUSL di Parma, Rosalba Checco Calandra segretaria generale FP Cgil Parma, Marco Maria Freddi, consigliere comunale, Elisa Camesasca dell’Archivio Roberto Sambonet, Stefano Cecconi del Comitato Nazionale di StopOpg e i curatori della mostra Franco Corleone e Ivan Novelli.

Entrambe le esposizioni, ad ingresso libero, saranno aperte al pubblico dal giovedì al lunedì dalle 9 alle 18.