Nuovi varchi Icarus: transiti irregolari in continuo calo

Nel primo mese di attività sanzionatoria ridotti quasi della metàlogo-comune-cesena

CESENA – E’ decisamente contenuto il numero di transiti irregolari nei tre nuovi varchi Icarus, istituiti all’imbocco di via Braschi, in corso Garibaldi all’incrocio con vicolo Montanari (zona teatro Bonci) e in via Mura Federico Comandini. Partiti in via sperimentale il 1 febbraio e diventati pienamente operativi il 2 maggio, nel primo mese di attività ufficiale i tre ‘occhi elettronici’ hanno registrato in tutto poco più di 1200 transiti irregolari, vale a dire, in media, circa 41 al giorno. Un dato complessivo molto più basso di quello registrato nei mesi di sperimentazione: a marzo si è superato costantemente quota 200, ed anche ad aprile i transiti irregolari si sono più volte attestati sopra le 100 unità.

Nel varco di vicolo Montanari, invece, se ne sono contati 164 (in media circa 5 al giorno), mentre nel carco di Mura Comandini ne sono attestati appena 73, con una media di 2,4 transiti non autorizzati al giorno. Per completezza di informazione, va segnalato che in tre giornate la telecamera ha presentato anomalie di funzionamento che le hanno impedito di registrare i transiti. Ma anche tenendo conto di questo fattore, la media resta inferiore ai 3 passaggi irregolari al giorno.

E’ opportuno ricordare, inoltre, che entrambi questi varchi facevano parte già da tempo della ztl e, dunque, il divieto era già consolidato.

Di fronte a questi dati ci sembra di poter dire che la novità costituita dall’ampliamento della rete Icarus sia stata ormai assimilata dagli automobilisti cesenati- affermano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore Maura Miserocchi -. Anche perché, analizzando la tendenza registrata nell’arco del mese, risulta evidente la progressiva riduzione dei passaggi non autorizzati: il 2 maggio sono stati 65, di cui 49 nel solo varco di via Braschi; il 31 maggio sono stati appena 33 (di cui 29 in via Braschi) con una riduzione di quasi il 50%. Coloro i quali temevano piccoli drammi per tanti cesenati, incapaci a loro dire di adeguarsi alle novità, sono stati quindi smentiti dalla realtà dei fatti: i nostri concittadini sanno rispettare le regole ed hanno evidentemente a cuore la riduzione del traffico improprio nella zona centrale della nostra città. Ma, proprio perché questo trend, che sta vedendo i cesenati cambiare in meglio le proprie abitudini senza particolari traumi, è positivo, abbiamo già avviato anche un lavoro di rivisitazione delle norme che regolano le ZTL, per semplificare ulteriormente le procedure di accesso per i residenti e per gli operatori economici”