Novi, imbrattati i manifesti del 25 aprile

Mprovincia di modena logo biguzzarelli: “gesto che offende tutti i modenesi”

NOVI (MO) – «E’ un gesto che offende e indigna l’intera comunità modenese: esprimo la mia solidarietà alla comunità di Novi ed alle associazioni partigiane». E’ il commento di Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, all’episodio avvenuto a Novi della notte tra mercoledì 20 e giovedì 21 aprile quando ignoti hanno imbrattato con svastiche e scritte le bandiere del 25 aprile, posizionate lungo il viale alberato di via 22 aprile dove nella giornata della Festa della Liberazione sfilerà il corteo celebrativo.

«Con la storia non si scherza. Imbrattare con simboli che richiamano i giorni cupi del nazifascismo le bandiere che ricordano la Liberazione non è una bravata: è un atto che ci ripugna e che condanniamo con forza. Questo gesto ci ricorda, ancora una volta, la necessità di proseguire e rafforzare il nostro impegno per la difesa dei valori costituenti della nostra comunità: pace, libertà e democrazia. Un motivo in più per celebrare insieme la prossima Festa della liberazione».