Notte Gotica e di Misteri, Villa Sorra diventa “Villa Rossa”

la_villa_rossa posterSabato 16 aprile dalle 20 con tre repliche fantasmi letterari animeranno la storica dimora

CASTELFRANCO EMILIA (MO) – È in omaggio al celebre racconto di Edgar Allan Poe “La Morte Rossa”, che Villa Sorra, nelle campagne di Castelfranco Emilia, dalle 20 di sabato 16 aprile si trasformerà in “Villa Rossa”. Bram Stoker e Polidori, Mary Shelley e il mostro di Frankestein, Jeckyll e Hyde: le grandi leggende gotiche torneranno a vivere tra i saloni e i corridoi della suggestiva villa storica, per l’occasione popolata di “fantasmi” interpretati dagli gli attori della compagnia “Sted Teatro” nei costumi creati da Eva Salzano.

L’iniziativa, intitolata “Gothic & Mistery Night: La Villa Rossa”, mira a unire la riscoperta della villa – una delle più belle dimore storiche del modenese – alle suggestioni della grande letteratura gotica e fantastica ottocentesca.

L’appuntamento, con ingressi alle 20, alle 21 e alle 22 (partecipare costa 12 euro, ridotto 6 euro per gli under 12, prenotazione consigliata al tel. 388 252979 o all’email prenotazioni@cronoeventi.it) è organizzato dall’associazione “XVS – Per Villa Sorra” e prodotto da Crono Eventi come anteprima della stagione di iniziative che la villa ospiterà nella bella stagione 2016. Durante la “Notte gotica della Villa Rossa”, che sarà replicata anche sabato 30 aprile e sabato 28 maggio, il pubblico sarà invitato dai fantasmi degli antichi padroni di casa a ripercorrere i saloni della villa sulle note di violini nascosti, per incontrare i grandi scrittori romantici, rivivere le leggende dell’Europa ottocentesca e assistere alla nascita di alcuni tra i più spaventosi miti del terrore.

“In un crocevia tra storia, letteratura e teatro – spiegano gli ideatori del progetto Tony Contartese, Fabio Ferretti, Marco Marzaioli e Saverio Bari – i partecipanti rivivranno le paure di John Archer, protagonista del “Dracula” di Bram Stoker e quelle del suo predecessore Aubrey, figlio della penna di John Polidori ne “Il Vampiro”; l’immaginazione di Mary Shelley guiderà la mano del Dottor Frankestein nella genesi del mostro più temuto di sempre; i fantasmi di casa Usher compariranno tra le allucinazioni di Edgar Allan Poe e il Dottor Jeckyll inseguirà il proprio doppio malvagio in cerca della quiete eterna. Su tutto lo spirito della Morte Rossa percorrerà i saloni debolmente illuminati dai candelabri alla ricerca di temerari compagni di ballo”. Un punto di ristoro battezzato per l’occasione famigerata “Taverna dei Carpazi” sarà a disposizione degli ospiti con cibi e pietanze. L’ingreso al parcheggio custodito di Villa Sorra è in via Pieve.

Dal 1972 sono quattro i Comuni proprietari di Villa Sorra e della tenuta di via Prati 50 nel territorio di Castelfranco Emilia: oltre a Castelfranco, sono Modena, Nonantola e San Cesario sul Panaro

Info on line (www.villasorra.it – www.cronoeventi.it).