Nella notte Modena salatura vie principali e del forese

Dalla mezzanotte 16 spargisale in azione anche nelle vie di collegamento alle frazioni. Se calano troppo le temperature sale anche nelle strade residenziali

Municipio-Comune-ModenaMODENA – A mezzanotte sedici spargisale partiranno dalla sala operativa di via Morandi per salare le strade principali, i cavalcavia e i sottopassi, ma anche le strade del forese e di collegamento alle frazioni del territorio comunale modenese, come ad esempio via Cadiane, via Martiniana, via Pomposiana, strada nazionale per Carpi, via per Cognento, via Marzaglia Vecchia e nuova, in alcune delle quali si sono verificate situazioni di criticità questa mattina.

Nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 gennaio il tasso di umidità previsto è inferiore al 30 per cento e le temperature dovrebbero essere meno rigide rispetto alla notte passata, ma nel caso scendessero a livelli equivalenti, la macchina del Piano neve procederà anche alla salatura delle strade secondarie residenziali. Si raccomanda comunque la massima attenzione negli spostamenti in auto e a piedi, in quanto in caso di precipitazioni, con le basse temperature, si possono verificare fenomeni di gelicidio che rendono più difficoltosa l’azione del sale sparso dai mezzi. Anche la Polizia municipale ha potenziato i turni nelle prime ore della mattinata, che potrebbero essere quelle di maggior disagio, e ha previsto, in caso di necessità, la possibilità di ricorso a un’ulteriore pattuglia rispetto a quelle di turno durante la notte.

I chilogrammi di sale distribuiti sulle strade nelle ultime 24 ore sono stati circa 60 mila. Nel corso della mattinata le situazioni di particolare criticità con traffico rallentato o bloccato sono state risolte; tutte le strade sono nuovamente accessibili e la circolazione è tornata nella normalità. L’innalzamento della temperatura e la pioggia della mattinata hanno reso possibile lo scioglimento del ghiaccio rendendo superfluo il completamento della salatura di tutta la rete viaria cittadina, come inizialmente programmato.

Tutti i mezzi rimarranno comunque in stato di allerta, pronti a intervenire, anche nei prossimi giorni, fino a giovedì 19 gennaio, viste le previsioni meteo di basse temperature e possibilità di neve.