I Musei e le mostre modenesi aperti per l’Epifania

Dal “Manichino della storia” alla eat art di Spocomune di Modena logoerri; dallo spirito bisquadro di Tassoni fino al sito Unesco, con la Ghirlandina che da Natale ha registrato 1.800 visitatori

MODENA – Dopo il record di afflusso natalizio, quando la Torre ha visto oltre 700 visitatori in tre giorni (il 24, il 26 e il 27 dicembre), più di mille persone sono salite sulla Ghirlandina nei giorni successivi. Per l’esattezza dal 29 dicembre al 3 gennaio hanno visitato uno dei principali monumenti simbolo della città 1.123 persone, tra cui 142 turisti stranieri. Il giorno di massima affluenza è stato domenica 3 gennaio quando a percorrere i gradini della Torre civica sono stati in 284. Inoltre, qualche centinaio di persone ha scelto anche di chiudere l’anno con un tuffo nell’arte contemporanea: la mostra “Il manichino della storia”, al Mata, negli ultimi tre giorni del 2015 è stata visitata da oltre 300 persone; oltre 1670 i visitatori complessivi nel mese di dicembre. Nello stesso mese un altro migliaio di interessati all’arte moderna ha fatto visita alla Palazzina dei Giardini per vedere la mostra Daniel Spoerri – Eat Art In Transformation che nei primi tre giorni del 2016 ha già visto altri 255 visitatori (ottobre ad oggi gli ingressi sono stati oltre 3700).

E la Torre civica, con il sito Unesco, i musei e le mostre modenesi sono aperti anche nel giorno dell’Epifania, mercoledì 6 gennaio, per chi vuole concludere le feste natalizie con un’immersione nell’arte e nella cultura.

Il giorno della Befana, la Ghirlandina sarà aperta con orario continuato dalle 9.30 alle 17.30. Ingresso singolo 3 euro; biglietto unico per il sito Unesco di piazza Grande 6 euro, con accesso anche a Musei del Duomo, Sale storiche di Palazzo Comunale e Acetaia comunale. La biglietteria chiude mezz’ora prima dell’orario di chiusura della Torre. Porte aperte a orario continuato per il Duomo (a ingresso gratuito) dalle 7 alle 19. I Musei del Duomo in via Lanfranco (ingresso 4 euro o biglietto unico sito Unesco 6 euro), sono aperti dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 (la biglietteria chiude sempre mezz’ora prima dell’orario di chiusura indicato). L’Acetaia comunale del Municipio (biglietto unico a 6 euro o biglietto singolo a 2 euro) è aperta con visite guidate da prenotare allo Iat (Ufficio informazioni e accoglienza turistica) di piazza Grande 14, sotto i portici del Comune (tel 059 2032660 oppure sul web www.visitmodena.it).

Al Mata, il nuovo spazio per la cultura della ex Manifattura Tabacchi, la mostra “Il manichino della storia: l’arte dopo le costruzioni della critica e della cultura”, sarà visitabile mercoledì 6 gennaio dalle 10.30 alle 19. Negli altri giorni la mostra, che fino al 31 gennaio espone dipinti, sculture, fotografie e installazioni da collezioni private, opere di 48 artisti protagonisti della scena artistica internazionale degli ultimi decenni, sarà aperta con gli orari consueti: lunedì chiuso; martedì 15 -18; dal mercoledì al venerdì 10.30 – 13 / 15 -18; sabato, domenica e festivi 10.30 – 19. Al sabato alle 16.30 e alla domenica alle 10.30 visite guidate gratuite con ingresso a pagamento (l’ingresso costa 5 euro, con diverse possibilità di riduzione; per informazioni: www.mata.modena.it).

Al Foro Boario, via Bono da Nonantola, è aperta “Fotografia dall’Europa Nord-Occidentale” con oltre 70 opere di 19 artisti. Ingresso 5 euro (www.fondazionefotografia.org).

Con orario continuato, dalle 10.30 alle 19, si può visitare “Daniel Spoerri – Eat Art In Transformation” alla Palazzina dei Giardini e a Palazzo Santa Margherita in corso Canalgrande. L’esposizione presenta oltre 150 opere che vanno da un primo periodo di sperimentazione ai multipli cinetici e ai celebri “quadri trappola”, fino alla scultura e alla ricerca in campo grafico. Ingresso gratuito (www.galleriacivicadimodena.it).

Sempre a Palazzo Santa Margherita in corso Canalgrande 103 al Museo della Figurina c’è “Figurine di Gusto #2. Trasformare”. Mostra dedicata alle mille sfaccettature del cibo, a cura dello storico dell’alimentazione e della cucina Alberto Capatti, con più di 300 immagini. Ingresso gratuito con gli stessi orari della mostra della Galleria civica (www.comune.modena.it/museofigurina).

A Palazzo dei Musei in largo S. Agostino ai Musei Civici sono visitabili le collezioni d’arte e archeologia e le due mostre “Modena e Tirana. Andata e ritorno. Immagini, racconti e documenti fra Italia e Albania” e “Alessandro Tassoni. Spirito bisquadro”. Orari: dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, ingresso gratuito (www.museicivici.modena.it).

La Galleria Estense (ingresso 4 euro, ridotto 2)) apre per l’Epifania con l’orario festivo, dalle 14 alle 19. A Palazzo Ducale, sede dell’Accademia militare, la mostra “Passaggi. Tempi e geografie dell’arte a Modena dal Rinascimento alla globalizzazione”, visitabile a ingresso libero fino al 31 gennaio, è aperta il 6 gennaio con l’orario festivo: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Per informazioni si può contattare lo Iat (Ufficio informazioni e accoglienza turistica) di piazza Grande 14, sotto i portici del Comune (tel 059 2032660 oppure sul web www.visitmodena.it).