Modena, Ztl: fasce orarie estese per i corrieri fino a fine marzo

Concesso un periodo transitorio per consentire di organizzare l’attività. Modifiche sul tempo di sosta e deroga alla notte nelle corsie riservate per chi fa sicurezza

logocomune-modenaMODENA – Con il nuovo sistema di telecamere, per la gran parte della cittadinanza la regolamentazione degli accessi in Ztl rimane quella già in vigore. In occasione dell’entrata in funzione della nuova metodologia di teleconotrollo sono però state introdotte alcune modifiche che riguardano specifiche categorie, in particolare corrieri, alimentaristi, manutentori e mezzi di vigilanza.

Per i trasportatori conto terzi (14 corrieri), il cui accesso, prima senza limiti, è stato ricondotto entro le fasce generali per attività di carico/scarico (dal lunedì al sabato dalle 5 alle 10.30 e dal lunedì al venerdì anche nel pomeriggio dalle 13.30 alle 16.30), l’Amministrazione ha concesso un periodo transitorio per consentire la riorganizzazione dell’attività a seguito delle richieste di gradualità nell’applicazione del provvedimento arrivata dalle associazioni di categoria, oltre alle consuete deroghe per il periodo natalizio. Fino a fine marzo, quindi, i corrieri, come già previsto per i fornitori di esercizi commerciali e/o pubblici esercizi con sede in Ztl che dimostrino la frequente necessità di accesso alla Ztl, potranno transitare dal lunedì al sabato dalle 5 alle 12 e dal lunedì al venerdì anche nel pomeriggio dalle 13.30 alle 16.30. Dall’1 aprile, però, l’accesso dei trasportatori conto terzi sarà ricondotto entro le fasce generali per attività di carico/scarico.

Per i veicoli di titolari di esercizi commerciali alimentari con sede in Ztl è stata eliminata la deroga nell’orario notturno e la fascia oraria prevista per l’accesso è dal lunedì al venerdì dalle 5 alle 20.30, il sabato dalle 5 alle 14.30 e i giorni festivi dalle 5 alle 10.30.

Per non incorrere in sanzioni attraverso rilevazioni dell’occhio elettronico, tali mezzi sono tenuti a entrare e uscire dall’area a traffico limitato all’interno della stessa fascia oraria autorizzata.

Dall’1 gennaio 2017 il tempo massimo di sosta per chi svolge attività di manutenzione in Ztl (attualmente di 30 minuti) verrà portato a 120 minuti, nell’ambito della fascia oraria generale per tale attività, che va dalle 7.30 alle 18.30.

A partire dall’1 aprile, per le categorie di mezzi che fanno attività di carico e scarico delle merci e che attualmente possono sostare per 30 minuti, il limite massimo di sosta diventa di 45 minuti, sempre con esposizione del disco orario. La violazione dei limiti di tempo di sosta continuerà a essere rilevata da parte degli operatori della Polizia municipale.

È stata introdotta, infine, una specifica deroga per il transito nelle corsie preferenziali di veicoli in servizio per attività di vigilanza privata, trasporto valori e attività investigativa privata: oltre al transito in caso di interventi di emergenza (che potranno essere dimostrati ex post) tali mezzi potranno accedere alle corsie riservate nelle ore serali e notturne, dalle 21 alle 6. Il provvedimento è volto ad agevolare l’attività di controllo di tale categoria che rappresenta un deterrente contro possibili reati a tutela di tutti.