Modena: weekend dei musei, itinerario Graziosi e romanzo giallo

Due palmi di terra color ocra Sabato 7 novembre alle 15.30 gli studenti del Venturi accompagnano alla scoperta delle opere dell’artista in città; domenica 8 a Palazzo dei Musei lettura teatrale del libro di Sala

MODENA – Ancora un fine settimana, sabato 7 e domenica 8 novembre, all’insegna della cultura tra arte, teatro e romanzo; fra le strade e le piazze cittadine e le pagine di un romanzo giallo, drammatizzate dal vivo con attori a Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino a Modena. È quanto propone il nuovo weeekend di “Metti l’autunno in museo. Inediti percorsi tra arte, archeologia e storia ai Musei civici di Modena”, rassegna di iniziative gratuite con spettacoli, concerti, incontri con artisti ed esperti, itinerari in città e appuntamenti per bambini e famiglie.

Sabato 7 novembre alle 15.30 si ripropone il progetto “Graziosi Around”, itinerario in città condotto dagli studenti dell’Istituto Superiore d’Arte “Venturi” alla scoperta delle opere di Giuseppe Graziosi, a partire dalla Gipsoteca a lui intitolata che si trova al piano terra di Palazzo dei Musei in largo S. Agostino per poi muoversi alla scoperta di sculture, fontane e opere dell’artista in giro per Modena.

Il tour rientra nel progetto vincitore del concorso “Io amo i beni culturali” che ha portato scuola e Museo alla realizzazione di un itinerario crossmediale che con mappe e strumenti web consente di esplorare l’artista e il suo tempo.

Il giro dura circa 2 ore e a tutti i partecipanti sarà offerto un caffè.

Domenica 8 novembre alle 17 l’appuntamento è invece alla Sala Crespellani dei Musei civici, al terzo piano di Palazzo dei Musei, dove si svolge la presentazione teatrale del romanzo di Francesco Sala “Due palmi di terra color ocra”, edito da Artestampa. La drammatizzazione è a cura della associazione “Cicuta”, i cui attori daranno vita ai principali protagonisti.

La vicenda si svolge a Modena. Nel 1925 il corpo senza nome di una giovane donna giace sulle sponde del Naviglio in una brumusa mattina di marzo. Spetta al commissario Eleuterio Dallari indagare sull’identità di quei poveri resti e, soprattutto, sul perché di questa triste fine.

Informazioni online (www.museicivici.modena.it).