Modena: Soggiorni a Pinarella, sono aperte le iscrizioni

comune di Modena logoDa giovedì 17 marzo ci si può iscrivere a uno dei nove turni di ferie per anziani

MODENA – Dal 17 marzo e fino al 10 settembre, ci si potrà iscrivere a uno dei turni di ferie per anziani in programma dal 25 maggio al 24 settembre e a quello per disabili.

I soggiorni per anziani, nove in tutto, della durata di 12 giorni, sono organizzati, con l’apporto e il sostegno del volontariato; il turno per disabili, della durata di 14 giorni, è gestito dalle Associazioni Anffas, Asham, Uildm.

I turni per anziani sono rivolti a residenti in città che abbiano compiuto 60 anni alla data della partenza del turno, in condizione di autosufficienza, soci Ancescao. I soggiorni sono gestiti dall’Associazione Volontari Comitati Anziani in collaborazione con l’Associazione Coordinamento Provinciale dei Centri Sociali Comitati Anziani e Orti. Destinatari dei soggiorni sono anche disabili anziani o adulti utenti del Servizio di assistenza domiciliare o segnalati dal Servizio Sociale, segnalati dal Servizio Sociale Territoriale o iscritti alle associazioni dei disabili.

Le domande per i turni riservati agli anziani si ricevono presso le sedi delle Associazioni Centri Sociali Anziani e Orti del quartiere di residenza. Le iscrizioni per il turno dei disabili si raccolgono presso le sedi delle Associazioni Anffas, Asham, Uildm o tramite Assistente Sociale del Polo di residenza.

La casa per ferie a Pinarella di Cervia può ospitare fino a 93 persone, è strutturata su tre piani ed è priva di barriere architettoniche. Dotata di cucina, sala ristorante, sala ricreazione, sala polivalente per feste e spettacoli, bagni in camera, infermeria, ascensore e rinfrescamento. La struttura si affaccia su un ampio tratto di spiaggia privato, al quale si accede direttamente attraverso la pineta.

In ogni turno di soggiorno si organizzano diverse attività di animazione: tornei di carte, serate di canto e di ballo. La finalità è quella di offrire l’opportunità di partecipare a turni di soggiorno marino a costi contenuti, con una organizzazione tutelata ed autogestita tale da favorire processi di conoscenza e di socializzazione.